Arriva Salvini: le Sardine prenotano piazza D'Arogno

Il "Giro d'Italia" del leader leghista toccherà anche Trento, ed il movimento mette le mani avanti

Salvini torna a Trento per la campagna elettorale delle comunali: le date del "tour" erano state annunciate a fine gennaio e tra le città in cui passerà l "Giro d'Italia" (questo il nome ufficiale utilizzato dalla Lega) ci sarà anche Trento. Non è ancora ufficiale dove e quando si terrà un eventuale comizio, ma è chiaro che il segretario non arriverà solamente per una riunione di partito.

Le sardine: "Vigileremo sulla campagna elettorale"

L'annuncio ha mobilitato anche le sardine trentine. Il portavoce del movimento ci conferma che è stata fatta la richiesta in Questura per una manifestazione in piazza D'Arogno mercoledì 26 febbraio, lo stesso giorno in cui il leader del Carroccio è atteso in città. "All'inizio avevamo fatto richiesta per piazza Battisti, pensando che molto probabilmente sarebbe stato proprio quello il luogo in cui avrebbe parlato Salvini, poi la Questura ha proposto piazza D'Arogno promettendoci però che piazza Battisti sarà comunque off-limits anche per un'eventuale manifestazione della Lega".

Il movimento, che a Trento portò in piazza Duomo 6.000 persone al grido di "Trento non abbocca", è ben lungi dall'estinguersi dopo la vittoria del centrosinistra in Emilia Ronagna, soprattutto in Trentino dove ci si prepara ad una nuova tornata elettorale. "In questi mesi ci siamo messi in contatto con tutti i rappresentanti provinciali e regionali del movimento in Italia, ed a Trento c'è un gruppo di lavoro permanente - prosegue il portavoce -. Abbiamo ben chiaro il nostro ruolo, che non sarà quello di fare campagna elettorale per qualcuno ma di vigilare per avere un sano dibattito lungo tutta la campagna, a beneficio di tutti i cittadini". Nel frattempo il movimento si ritroverà mercoledì 19 febbraio alla Bookique, per un momento aperto a tutti nel quale raccogliere proposte concrete in vista della manifestazione e più in generale della campagna elettorale. 

Moraduzzo: "I titoloni dei giornali alzano lo scontro"

Il consigliere della Lega Salvini Devid Moranduzzo bolla la manifestazione come "un'intimidazione" (il riferimento è a quando la location doveva essere ancora quella di piazza Battisti, proprio sotto la sede della Lega). E se la prende con i giornali: "Leggo dai giornali titoli come 'Salvini troverà le sardine ad attenderlo'. Non si doveva usare un linguaggio politico non violento, non si dovevano esaltare la libertà, la pace e la democrazia? Un titolo del genere non solo fomenta lo scontro ideologico, ma è per di più minaccioso e non può non essere stigmatizzato". "Viene da domandarsi se una fomentazione del genere possa anche creare un alibi a tutti quei manifestanti, personalmente ritengo non appartenenti alle sardine, che aspettano eventi politici di questo calibro solo per vandalizzare la città di Trento" conclude il consigliere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento