Salvini a Pinzolo: "Non ci spaventa qualche mese di opposizione"

"La Procura di Agrigento ha aperto un'altra indagine per sequestro di persona contro ignoti, indovinate chi è l'ignoto?" ha detto il leader della Lega dalla festa in Trentino

Salvini alla Festa della Lega di Pinzolo in un periodo decisamente particolare per lui e per il partito. L'anno scorso, com'è stato ricordato sul palco, il leader della Lega che era ancora Ministro dell'Interno e vicepremier, lanciava la campagna elettorale che portò la Lega al governo in Trentino. Nemmeno un anno dopo Salvini è a Pinzolo da "semplice" segretario del Carroccio, con una crisi di governo alle spalle, aperta da lui stesso.

Nuovo governo: tutte le news su Today.it

Il leader della Lega è stato preceduto sul palco dal segretario provinciale della Lega Mirko Bisesti e dal presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti, che hanno ricapitolato quanto fatto in Trentino dalla festa dell'anno scorso. "Abbiamo messo in atto un cambiamento culturale - ha detto Bisesti - sul fronte natalità, sul fronte sicurezza sicurezza. Secondo qualcuno nel 2050 l'Italia dovrebbe importare milioni di immigrati, noi stiamo dicendo non a tutto questo".

L'argomento migranti torna anche nelle parole del governatore Fugatti: "Se in Trentino il numero di richiedenti asilo è crollato negli ultimi mesi lo si deve a Matteo Salvini, noi siamo solo esecutori. Vi ricordate com'era prima? Non cambierà nulla per quanto ci riguarda. Avevamo detto che avremo smantellato l'organizzazione dell'accoglienza in Trentino, e crediamo di averlo fatto. Cooperazione internazionale, dimezzato le tariffe del trasporto scolastico, abbonamento gratuito per over 70, azzeramento delle rette degli asili nido: non passa giorno senza incontrare qualcuno che ci ringrazi".

Salvini: "Schiavi da una parte, uomini liberi dall'altra"

Matteo Salvini sale sul palco, insieme a lui ci sono tutti i consiglieri e gli onorevoli trentini della Lega, ed i segretari delle singole sezioni del partito in Trentino. Inevitabile l'attacco al neonato governo. "Mentre stiamo ragionando del futuro dell'Italia in questo momento a Roma c'è il mercato delle vacche. Potranno scappare dal volo per un mese o due mesi, non potranno scappare per sempre. Si stanno confrontanto il PD che risponde a Bruxelles, e la Lega che difende il popolo italiano, gli schiavi da una parte e gli uomini liberi dall'altra. Salvare la polotrona è l'unico motivo per il quale stanno ancora lavorando a Roma. Non ci spaventa qualche mese di opposizione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma Matteo Salvini ne ha anche per la Procura di Agrigento, dopo il dissequestro della nave Open Arms e l'apertura di un fascicolo contro ignoti che Salvini "rivendica" dal palco di Pinzolo. "Sarà una coincidenza ma in queste ore sono tornate nel Mediterraneo sette navi delle ONG. La Procura di Agrigento ha aperto un'altra indagine contro ignoti per sequestro di persona, indivinate chi è l'ignoto? Sono pronto e vengo in Tribunale a testa alta, clandestini nel mio Paese non ne voglio più". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in A22, la vittima è Mirko Bertinazzo

  • Casting a Trento per un nuovo film: si cercano comparse esili o dal 'volto antico'

  • Frode fiscale da due milioni nelle importazioni di auto usate: sequestri anche a Trento

  • "Non si affitta a trentini": la protesta in Puglia contro l'abbattimento dell'orsa

  • In arrivo temporali, grandinate e raffiche di vento: allerta della protezione civile

  • Incidente in A22, si schianta contro un camion e rimane incastrato sotto il rimorchio: morto 38enne

Torna su
TrentoToday è in caricamento