I consiglieri comunali del M5S a Trento: "Per noi la prostituzione è un abominio"

Dopo l'approvazione del documento a livello comunale per rivedere la Legge Merlin il M5S precisa: "Si sappia che per noi la prostituzione è inaccettabile"

Dopo l'approvazione del documento con il quale il Comune di Trento dovrà farsi promotore di una riflessione attorno alla regolamentazione della prostituzione a livello provinciale e locale il Movimento Cinque Stelle torna sul tema guardando alla Svezia. Ad invocare il "modello svedese", senza poi peraltro spiegare in cosa consista, sono i consiglieri comunali Maschio, Santini e Negroni.

Quella svedese è una legge molto dibattuta, che crea un certo paradosso e non è poi così distante dalla legge italiana: pagare per avere sesso è illegale, offrirsi no. In questo modo le prostitute non possono mai essere punite, ma teoricamente senza chi compra non dovrebbe esserci nemmeno chi vende. 

"Guardiamo come riferimento più attendibile il sistema nordico e nello specifico svedese - scrivono i tre consiglieri senza entrare nei dettagli - Ora dopo l'approvazione, a larga maggioranza, della nostra mozione per una nuova regolamentazione del fenomeno, la sinistra si mobilità in massa per parlare della questione con cognizione di causa. Ci domandiamo doverà fino ad ora quella sinistra. Cosa ha fatto per cambiare un sistema che non funziona. Come si è mossa per far applicare quella legge Merlin che tanto osanna come giusta e corretta. Lo sanno che tale norma prevede di punire chi permette l'affitto dei propri appartamenti qualora sappiano che questi vengono poi usati per far prostituire le ragazze?".

Siccome dopo la proposta, certo provocatoria, di aprire una "casa chiusa" all'ex Hotel Panorama di Sardagna, il Movimento Cinque Stelle locale è stato associato all'idea di essere a favore della legalizzazione, i tre pentastellati mettono le mani avanti: "si sappia chiare lettere che per il M5S la prostituzione è inaccettabile. Un abominio contro le donne ed i più deboli, uno sfruttamento a fini di lucro con l’uso ad oggetto di carne umana senza alcun rispetto per la vita e la dignità".

Potrebbe interessarti

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • Falena gigante sul balcone di casa: ecco la foto di una nostra lettrice

I più letti della settimana

  • Incidente mortale con la moto a Dimaro

  • Aereo perde contatto radio: inseguito da un caccia nei cieli del Garda

  • Suv va a fuoco in Autogrill, i proprietari: "Dentro avevamo valigetta con 9mila euro ed è sparita"

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • Strani rumori in giardino: esce a controllare e si ritrova davanti l'orso

Torna su
TrentoToday è in caricamento