Anche a Trento i manifesti che celebrano il centenario del Fascismo

La data è quella di fondazione dei Fasci di Combattimento, il simbolo è inequivocabile. Non ci sono però sigle o altri riferimenti a movimenti politici

Un'aquila, una stella ed il fascio littorio. I manifesti sono comparsi, probabilmente nella notte, a Trento. Sono stati segnalati in via Fogazzaro da qualche passante e subito la foto è rimbalzata sui social network fino ad arrivare all'Osservatorio contro i Fascismi. Gli stessi manifesti si segnalano anche a Laives dove, pare, l'Anpi dell'Alto Adige avrebbe chiesto di approfondire la questione.

Sui manifesti non vi è infatti alcuna sigla riconducibile a partiti, movimenti politici o altro. Solamente una data, quella del 23 marzo 1919, giorno di fondazione dei Fasci di Combattimento, e la scritta "100 anni di giovinezza", riferibile alla canzone dell'epoca utilizzata come inno dal Fascismo.

I manifesti con tutta probabilità sono stati  affissi abusivamente. Il consigliere circoscrizionale Jacopo zannini ha chiesto al Comune di Trento di muoversi per l'immediata rimozione. Il simbolo è, appunto, quello dei Fasci di Combattimento, movimento politico fondato da Mussolini a Milano che avrebbe dato vita, negli anni a seguire, al Partito Nazionale Fascista. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato alla gola dal fratello per strada a Borgo Valsugana: trasportato in ospedale

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Camionista trovato senza vita nella sua cabina: era morto da tre giorni

  • Il 'gambero killer' americano trovato in Trentino

  • Allerta maltempo: ecco le strade chiuse

Torna su
TrentoToday è in caricamento