Locatelli, giornalista combattente in Siria: "Isis è più forte dove la comunità islamica è più debole"

Una guerra fatta di comunicazione, una violenza spettacolarizzata che però, a differenza di quanto accade in Occidente, non è virtuale

"La forza dell'Isis viene dalla comunicazione". E' chiaro il  messaggio lanciato al Trentino Book Festival dal Claudio Locatelli, giornalista e  combattente in Siria  insieme alle mmilizie dello Ypg, l'esercito di liberazione curdo. Un osservatore privilegiato, Locatelli, delle strategie militari ma anche comunicative di Daesh sul campo di battaglia principale: la comunicazione globale. 

Trentino Book Festival: grandi ospiti a Caldonazzo

Fake news, video virali, comunicazioni mirate: le strategie dell'esercito del Levante sono le stesse del populismo mondiale, portate all'esasperazione e purtroppo testimoni di una violenza non solo virtuale. Locatelli più volte ha messo in parallelo l’impianto legale del fascismo e una mentalità di sottomissione delle donne con quanto avviene all’interno di Isis. “Vengono anche pagate delle persone per creare notizie false. Fake news che creano rabbia e quindi generano consenso militare e politico”.

Quirico a Rovereto: "In Siria una guerra che comanda se stessa"

Nel breve periodo nel quale il nord della Siria è rimasto libero Locatelli ha raccontato come sia stato instaurato un modello di copresidenzialismo, con il 50% di consiglieri maschili ed il 50% femminili. In un contesto molto plurale caratterizzato da 200 tribù e 3 diversi gruppi militari.

Da adesso in poi sentirete parlare sempre di più di Afrin come luogo con il maggior numero di terroristi al mondo. Erdogan prima ha ricattato l’Europa con i profughi, adesso lo farà direttamente con i terroristi - ha detto Locatelli, ricordando l'importante librazione di Raqqa come “la nostra guerra, perché l’Isis è intervenuto direttamente in Europa a Berlino e nella strage del Bataclan. L’Isis è più forte laddove la comunità islamica è più debole”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nei boschi di Pinè: cacciatore spara agli amici

  • Trento, accoltellato dalla fidanzata: ragazzo soccorso per strada e trasportato in ospedale

  • Le migliori osterie del Trentino secondo Slow Food

  • Camion bloccato dalla neve: arrivano i Vigili del Fuoco con l'autogru

  • Guida Michelin 2020: ecco i ristoranti "stellati" in Trentino

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

Torna su
TrentoToday è in caricamento