Legge "ammazzalupi": via libera della Commissione. Ecco chi è pro e chi è contro

Allevatori ed enti istituzionali a favore della gestione diretta, anche con la possibilità di abbattimento, associazioni ambintaliste sulle barricate. Il PD si astiene ma il testo passa con cinque voti favorevoli

Via libera della Terza Commissione all Disegno di legge proposto dalla Giunta provinciale per consentire l'abbattimento, giustificato ovviamente, di lupi ed orsi sul territorio provinciale. Il Ddl "ammazzalupi" o "sparaorsi" come è già  stato soprannominato, che ha diviso l'opinione pubblica e portato le associazioni ambientaliste sulle barricate, sarà dunque discusso nell'aula del Consiglio provinciale nei primi giorni di luglio.

All'interno della Commissione competente sono stati cinque i voti a favore espressi da Fasanelli (misto), Civettini (CT), Giovanazzi (AT), Ossanna (Patt), Tonina (UpT), mentre il Pd con Lucia Maestri ha scelto l’astensione, "perché non sono stati ancora stati fugati i dubbi sulla costituzionalità del testo". La norma, formata di un solo articolo, prevede che la Provincia assuma la gestione diretta di lupo e orso, con la facoltà di abbattere a determinate condizioni questi grandi carnivori, non prima di aver acquisito il parere scientifico dell’Ispra, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale.

Favorevoli anche i presidenti del Parco Adamello-Brenta e del Parco di Paneveggio-Pale di San Martino. Favorevoli il Consorzio Comuni, la Magnifica Comunità di Fiemme, le Associazioni di Usi Civivi, l'Associazione Albergatori del Trentino, l'Associazione Cacciatori. Favorevole, con molte riserve,  il Muse che gestisce da qualche anno, per conto della provincia, il progetto Life Wolf Alps, ovvero il  monitoraggio del lupo in Trentino.

Solidale con gli allevatori, dei quali rappresenta gli interessi in quanto ente di categoria, ma dubbiosa sulla costituzionalità della norma la Federazione della Cooperazione Trentina. Entusiasta la Confederazione italiana agricoltori, la federazione Provinciale allevatori e l'Asoiazione apiicoltori della Vallagarina

Contrarie le associazioni ambientaliste tra cui Lav, WWF ed Enpa, che hanno annunciato un ricorso poichè la proposta sarebbe incostituzionale. Netta contrarietà da parte di Lac, Cipra, Mopuntain Wilderness, Lipu, Legambiente, e Italia Nostra che ha definito "saldi di fine legislatura" il Ddl. Una legge "inutil e dannosa" anche per i rappresentanti de La Foresta che Avanza, associazione ecologista legata a Casa Pound. 

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Rovereto, scoperte due specie arboree ignote alla scienza

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Cosa fare a Trento nel week-end: musica dal vivo, feste e castelli aperti

  • Cosa fare Ferragosto: cultura, musica e buona cucina

  • Tragedia in alta quota, sbatte contro la parete e precipita: morta base jumper di 30 anni

  • Incidente sulla A22, schianto auto-camion: traffico in tilt

Torna su
TrentoToday è in caricamento