Addio definitivo al 'Nord': anche in Trentino nasce la Lega Salvini Premier

I vertici della Lega in Trentino danno vita ad un nuovo partito, come previsto dal nuovo statuto approvato a livello nazionale lo scorso dicembre. Ecco perché

Addio definitivo alla Lega Nord, o meglio al punto cardinale che indicava il radicamento del partito nell'Italia settentrionale. Anche in Trentino, il "feudo" più settentrionale del Carroccio, è nata la Lega Trentino - Salvini Premier. Questo il nome ufficiale del nuovo partito che sostituisce quello di Bossi fondato nel 1984, a tutti gli effetti il partito più longevo d'Italia fino a ieri.

A dare notizia della fondazione del nuovo soggetto politico in Trentino sono il segretario Mirko Bisesti, accompagnato dai consiglieri Mara Dalzocchio e Roberto Paccher, con un post su facebook: "Abbiamo fondato la nuova Lega Trentino - Salvini Premier. Con orgoglio e passione proseguiamo con maggiore vigore quanto fatto dalla Lega in tutti questi anni per i cittadini trentini, per il territorio della nostra Provincia autonoma e per il suo sistema economico, sociale e produttivo".

Perchè un nuovo partito

Il processo di trasformazione, ovviamente, è nazionale. Il 21 dicembre scorso circa 500 delegati riuniti in un congresso straordinario hanno approvato all'unanimità il nuovo Statuto. La scomparsa della dicitura 'Nord' e la presenza del nome di 'Salvini' erano state adottate già da due anni a questa parte nelle varie tornate elettorali. Qui però siamo di fronte alla fondazione di un nuovo soggetto politico. Tra le novità c'è quella, tutta a beneficio del leader, dei 5 anni di mandato, e non più 3, per il segretario federale.

Proprio in questi giorni anche in Trentino è partita la campagna di tesseramento. Sulla tessera il motto è "Orgoglio italiano", a sottolineare il nuovo spirito nazionale che, come hanno spiegato i vertici del partito da Salvini in giù, caratterizza la Lega ormai da tempo. La "vecchia" Lega Nord di Bossi continuerà ad esistere, anche e soprattutto perchè è il soggetto dal quale lo Stato vuole di ritorno i 49 milioni di rimborsi elettorali giudicati irregolari. Umberto Bossi resterà, anche nel nuovo soggetto, "presidente federale a vita". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento