Fugatti candidato e sottosegretario. Incompatibile? "Deciderà il prossimo Consiglio"

La Giunta per le elezioni del Consiglio provinciale risponde come Ponzio Pilato, si ribadisce però che secondo la Costituzione il Governo è formato dal Presidente del Consiglio e dai ministri

Nessuna incompatibilità tra il ruolo di candidato Presidente alle elezioni provinciali e quello di Sottosegretario alla Salute per Maurizio Fugatti, deputato leghista trentino ora in corsa, per la seconda volta, alla presidenza della Provincia. Il pronunciamento della Giunta per le elezioni però non è un "sì" convinto. Si potrebbe essere portati a citare l'esempio evangelico di Ponzio Pilato.

Incompatibilità: cosa dice la legge

La legge elettorale trentina (l.p. 2/2003) alla lettera a) dell’articolo 15 stabilisce che non sono eleggibili al Consiglio provinciale i “membri del Governo”. La questione era già stata sollevata:un sottosegretario è  membro del Governo? La Costituzione dice, all'articolo 92, che il Governo "è composto del Presidente del Consiglio e dei ministri, che costituiscono insieme il Consiglio dei ministri".

La Giunta per le elezioni: "Non è nostra competenza"

Sembrerebbero non sussistere dubbi, dunque, ma proprio per fare chiarezza la questione è sttata sottoposta alla Giunta per le elezioni la quale, però, risponde sostanzialmente riproponendo la domanda. "La questione è dunque se il sottosegretario trentino – nel caso di sua candidatura al Consiglio provinciale - possa essere considerato appartenente al Governo in carica" si legge nel comunicato diffuso oggi pomeriggio.

Su Fugatti deciderà il prossimo Consiglio provinciale

Ecco, dunque, la risposta "pilatesca": "La Giunta delle elezioni oggi ha unanimemente ritenuto di dichiararsi non competente in tema, in quanto allo stato il sottosegretario non è un consigliere provinciale: spetterà dunque alla Giunta delle elezioni formata dal prossimo Consiglio provinciale valutare la posizione di tutti i candidati che usciranno eletti dal voto del 21 ottobre prossimo".

Mellarini, presidente Fisi, è ok

La Giunta presieduta da Detomas stamane ha poi escluso ogni incompatibilità fra la carica di consigliere provinciale dell’assessore Mellarini che a giugno è stato nominato presidente della Fisi, Federazione degli sport invernali. E’ stato rilevato che la Fisi non ottiene alcun finanziamento da parte della Provincia Autonoma e persegue inoltre scopi puramente sportivi, situazione che porta a escludere incompatibilità, anche a fronte dell’orientamento restrittivo sin qui adottato dalla Giunta delle elezioni nell’interpretazione della legge elettorale provinciale.

Potrebbe interessarti

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • Falena gigante sul balcone di casa: ecco la foto di una nostra lettrice

I più letti della settimana

  • Incidente mortale con la moto a Dimaro

  • Aereo perde contatto radio: inseguito da un caccia nei cieli del Garda

  • Suv va a fuoco in Autogrill, i proprietari: "Dentro avevamo valigetta con 9mila euro ed è sparita"

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • Strani rumori in giardino: esce a controllare e si ritrova davanti l'orso

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

Torna su
TrentoToday è in caricamento