Fugatti candidato e sottosegretario. Incompatibile? "Deciderà il prossimo Consiglio"

La Giunta per le elezioni del Consiglio provinciale risponde come Ponzio Pilato, si ribadisce però che secondo la Costituzione il Governo è formato dal Presidente del Consiglio e dai ministri

Nessuna incompatibilità tra il ruolo di candidato Presidente alle elezioni provinciali e quello di Sottosegretario alla Salute per Maurizio Fugatti, deputato leghista trentino ora in corsa, per la seconda volta, alla presidenza della Provincia. Il pronunciamento della Giunta per le elezioni però non è un "sì" convinto. Si potrebbe essere portati a citare l'esempio evangelico di Ponzio Pilato.

Incompatibilità: cosa dice la legge

La legge elettorale trentina (l.p. 2/2003) alla lettera a) dell’articolo 15 stabilisce che non sono eleggibili al Consiglio provinciale i “membri del Governo”. La questione era già stata sollevata:un sottosegretario è  membro del Governo? La Costituzione dice, all'articolo 92, che il Governo "è composto del Presidente del Consiglio e dei ministri, che costituiscono insieme il Consiglio dei ministri".

La Giunta per le elezioni: "Non è nostra competenza"

Sembrerebbero non sussistere dubbi, dunque, ma proprio per fare chiarezza la questione è sttata sottoposta alla Giunta per le elezioni la quale, però, risponde sostanzialmente riproponendo la domanda. "La questione è dunque se il sottosegretario trentino – nel caso di sua candidatura al Consiglio provinciale - possa essere considerato appartenente al Governo in carica" si legge nel comunicato diffuso oggi pomeriggio.

Su Fugatti deciderà il prossimo Consiglio provinciale

Ecco, dunque, la risposta "pilatesca": "La Giunta delle elezioni oggi ha unanimemente ritenuto di dichiararsi non competente in tema, in quanto allo stato il sottosegretario non è un consigliere provinciale: spetterà dunque alla Giunta delle elezioni formata dal prossimo Consiglio provinciale valutare la posizione di tutti i candidati che usciranno eletti dal voto del 21 ottobre prossimo".

Mellarini, presidente Fisi, è ok

La Giunta presieduta da Detomas stamane ha poi escluso ogni incompatibilità fra la carica di consigliere provinciale dell’assessore Mellarini che a giugno è stato nominato presidente della Fisi, Federazione degli sport invernali. E’ stato rilevato che la Fisi non ottiene alcun finanziamento da parte della Provincia Autonoma e persegue inoltre scopi puramente sportivi, situazione che porta a escludere incompatibilità, anche a fronte dell’orientamento restrittivo sin qui adottato dalla Giunta delle elezioni nell’interpretazione della legge elettorale provinciale.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Orrore in un capannone di Scurelle: smontavano le bare prima di cremare i corpi

  • Attualità

    Arrivano i turisti: già oggi code verso il Garda

  • Green

    Ecco il rarissimo gatto dorato, fotografato dai ricercatori del Muse in Tanzania

  • Attualità

    Tagli all'accoglienza: cinque addetti ai pasti perdono il lavoro

I più letti della settimana

  • Orrore in un capannone di Scurelle: smontavano le bare prima di cremare i corpi

  • Ecco il rarissimo gatto dorato, fotografato dai ricercatori del Muse in Tanzania

  • Bare e cadaveri abbandonati in un capannone in Valsugana: indagano i carabinieri

  • A22: maxitamponamento, 17 feriti ed autostrada bloccata

  • Muore a 19 anni dopo un malore in piscina

  • Dimostrazione a scuola con il cane antidroga, poi i carabinieri fermano un ragazzo

Torna su
TrentoToday è in caricamento