Fraccaro alla Camera sul Tunnel del Brennero: "Troviamo alternative"

Nel suo intervento al question time alla Camera il deputato 5 stelle trentino ricorda come la ferrovia esistente non sia pienamete utilizzata e propone alternative come il riequilibrio delle tariffe autostradali tra Italia e Austria

“La galleria di base del Brennero e’ un’opera inutile e dannosa, basata su previsioni che non corrispondono all’andamento del traffico. Il Governo non alimenti questa speculazione ad alta voracità ai danni dei cittadini”. È quanto ha affermato il deputato del MoVimento 5 Stelle eletto in Trentino, Riccardo Fraccaro, a margine del question time di ieri in Aula sull’interpellanza urgente inviata al Ministero dei Trasporti, giustificando l'inutilità dell'opera con la constatazione che la ferrovia esistente non è ancora utilizzata al 100%. Un sottoutilizzo a favore del trasporto su gomma sull'A22: "I livelli di emissioni nocive nella provincia di Bolzano superano già quelli fissati dalla direttiva europea 2008/50/CE ed entro 16 mesi sarà necessario ridurre del 40-50% l’inquinamento della zona".


Per quanto riguarda poi i costi di realizzazione dell’opera, spiega: "La delibera del CIPE 31 maggio 2013 ha stimato in ben 9,7 miliardi l’investimento necessario. Le risposte del Governo, peraltro affidate al sottosegretario all’Istruzione, non sono affatto convincenti. È necessario mettere in campo misure alternative, come il riequilibrio delle tariffe tra A22 e A13 austriaca, il pieno utilizzo della linea ferroviaria storica e la riduzione delle emissioni nocive. Anche alla luce della recente inchiesta giudiziaria sull’Italferr, società che coordina i progetti di costruzione dell’Alta velocità, è necessario evitare che al danno di realizzare un’opera pericolosa per l’ambiente si aggiunga la beffa di alimentare la corruttela”.

Sui dati forniti dal deputato però si è aperta una querelle: "Il Governo, per voce del sottosegretrio Marco Rossi-Doria, ha dichiarato che «ogni anno vengono trasportati attraverso il Brennero 50 milioni di tonnellate di merci, di cui 15 milioni su rotaia e 35 milioni su strada». Falso! Questo dato, riportato senza fonte e senza specificare a quale periodo di tempo fa riferimento, è contraddetto dall'imparziale Ministero dei trasporti svizzero, che quantifica per il 2011 il traffico merci totali in 43 milioni di tonnellate" denunciano i Cinque stelle trentini e altoatesini in un comunicato stampa congiunto.

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento