Festival dell'Economia, nessun "ribaltone" ai vertici. Fugatti: "Serve più pluralismo"

Confermati direttore e comitato scientifico, ma il governatore, dopo le polemiche dell'anno scorso, chiede più pluralismo

Nessun "ribaltone" nella Direzione e nel Comitato scientifico del Festival dell'Economia. Dopo lo scontro dell'anno scorso, con Salvini invitato a Trento e poi assente e l'attacco al direttore Tito Boeri, il presidente della Provincia Fugatti assicura che non saranno modificati i vertici dell'organizzazione ma che l'edizione 2020 dovrà assicurare "un maggior pluralismo, proponendo sin dalle prossime edizioni un ampio confronto tra le diverse sensibilità scientifiche, nazionali ed internazionali, che sull’argomento declinato a tema del Festival saranno chiamate a discutere".

Questo è quanto riferito dal governatore in Consiglio provinciale in risposta al consigliere di Futura Paolo Ghezzi. Il tema, dunque, ancora non c'è. L'anno scorso l'edizione, decisa prima delle elezioni provinciali, era dedicata a populismi e nazionalismi, con evidente dissonanza rispetto alla Giunta provinciale, insediatasi da pochi mesi. Si attende ora il tema della prossima edizione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2020: in Trentino due tappe fondamentali, ed un passo inedito

  • Vino DOC falso da Pavia a Lavis: blitz della Guardia di Finanza

  • Gardaland: apre il parco acquatico Lego, ecco come sarà

  • Vino DOC contraffatto: perquisizioni in Trentino, blitz all'alba e sette arresti

  • Padre e figlio bracconieri denunciati in Val di Sole: stavano decapitando un cervo

  • Tragedia a Villazzano: anziana muore intrappolata nell'incendio

Torna su
TrentoToday è in caricamento