"Al sud niente partigiani, troppo vigliacchi". Fake news su Salvini, blogger condannato

La Corte d'Appello di Trento, ribaltando la sentenza di primo grado, ha condannato un blogger calabrese querelato dal leader della Lega

Salvini a Trento in occasione della campagna elettorale per le comunali 2015

Accusato quasi quotidianamente di diffondere fake news sui social network questa volta Matteo Salvini ha avuto giustizia, in secondo grado, per una fake news su di lui. La Corte d'Appello di Trento, dove il leader del Carroccio ha sporto querela, ha condannato un blogger calabrese al risarcimento di 6000 euro ed una multa di 15.000 per aver diffuso notizie false sul conto del candidato premier leghista.

La dichiarazione era apparsa sul sito Lavoce5stelle.altervista.org, ora archiviato. L'intento era satirico, ma la "notizia" è stata presto ripresa da altri siti, tra cui L'Osservatore Politico, dove la dichiarazione compare ancora in archivio. La vicenda è ben riassunta in un articolo comparso all'indomani della presunta dichiarazione, pubblicato su Bufale.ntet (clicca qui)...

Era il 25 aprile 2015 e sul blog compariva il titolo: "Salvini: 'Al sud non esistono partigiani perchè non avevano le palle per combattere. Sono dei vigliacchi". Parole mai pronunciate dall'onorevole, come ha stabilito la Corte, accogliendo la tesi propugnata dalla difesa, e ribaltando la sentenza di primo grado che nel novembre 2016 aveva assolto il blogger.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • Lotta ai tumori: premiato il lavoro di una giovane chimica trentina

  • Camion perde il carico sulla "Maza": traffico in tilt tra la Busa ed il Garda

  • Poliziotto trascinato da una moto in fuga sulla statale per 500 metri: in prognosi riservata

Torna su
TrentoToday è in caricamento