Doppia cittadinanza per gli altoatesini, Dorigatti: "Solo propaganda populista"

Il Presidente del Consiglio provinciale: "Non c'è da stupirsi se Vienna prova a verificare fin dove può spingersi il suo populismo"

"Una comoda provocazione, mera propaganda". Con queste parole il  Presidente del Consiglio provinciale Bruno Dorigatti "bolla" la questione del doppio passaporto italo-austriaco, promesso dal nuovo governo di Vienna agli altoatesini di lingua tedesca e ladina. Il proclama del parlamentare austriaco Werner Neubauer fatto ieri a Bolzano ha provocato reazioni contrapposte nel vicino trentino.

C'è chi, come il deputato Mauro Ottobre, vorrebbe chiedere all'Austria la doppia cittadinanza anche per i trentini, ma molti guardano in maniera scettica alla possibilità di una doppia nazionalità per gli stessi altoatesini. Le reazioni italiane sono divise tra sconcerto ed incredulità, dal  ministro Alfano al presidente del Parlamento Europeo Tajani, e si parla di "nuovo caso Catalogna" (clicca qui)

Oggi il Presidente del Consiglio provinciale ha sciolto le riserve con un comunicato ufficiale: "se Bruxelles appare sempre più debole e Berlino è in tutt’altre faccende affaccendata, non v’è di che stupirsi se Vienna prova a verificare fin dove può spingersi il suo populismo. Forse vale la pena fermarsi prima che tutto precipiti, ritrovare la ragioni del dialogo sereno e del confronto dentro l’ambito regionale, unico luogo istituzionale dove affrontare le prospettive che simili progetti aprono sul domani".

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

I più letti della settimana

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento