Più elicotteri ed un piano anti-infezioni: due mozioni approvate dal Consiglio

Due le mozioni approvate in tema Sanità: misure di prevenzione del fenomeno, presente con 295 casi all'anno in Trentino, delle infezioni ospedaliere. Sì al potenziamento dell'elisoccorso

Unno dei mezzi del Nucleo Provinciale Elicotteri in azione sulle strade trentine

Sì unanime el Consiglio provinciale alla proposta di mozione 631, riguardante il problema delle infezioni contratte negli ospedali, cresciute enormemente, e, è stato detto in aula, che uccidono due volte di più degli incidenti stradali. La mozione impegna la Giunta a potenziare nel più breve tempo possibile le misure, soprattutto in termini di prevenzione, per arginare e ridurre drasticamente il fenomeno, molto presente, anche nell’ospedale di Trento.

Un esponente del Gruppo Misto ha ricordato che la maggior parte delle infezioni ospedaliere sono determinate, per esempio, dall’uso scorretto dei guanti usati più a difesa degli operatori che dei pazienti. Il fenomeno tornò sotto i riflettori con un'inchiesta pubblicata da La Stampa nel novembre sorso secondo la quale in Italia una percentuale tra il  5% e l'8% di assistiti sarebbe vittima di infezioni ospedaliere. Il record, stranamente, è della Val d'Aosta  con 500 casi ogni 100.000 dimessi. In Trentino il numero di casi è 295, clicca qui...

Sempre in ambito sanitario il Consiglio ha approvato all'unanimità anche la mozione 632, che impegna la Giunta a completare le elisuperfici per il volo notturno in tutte le valli e ad implementare la dotazione di elicotteri del servizio di elisoccorso. Parere positivo della Giunta che ha ricordato che, con l’entrata in servizio dei visori notturni, sono stati individuati, come zone di atterraggio, alcuni campi sportivi per una capillarità del servizio su tutto il territorio trentino. Si sta ancora valutando anche il potenziamento dei mezzi, perché si sta ancora aspettando la risposta sul possibile recupero del mezzo incidentato lo scorso anno. 

Contrari in questo caso i consiglieri del Gruppo Misto: implementare l'elisoccorso significa impoverire gli ospedali periferici. I costi sono alti, basti pensare che l’affitto dell’elicottero che sostituisce quello danneggiato costa 7 mila euro al giorno. Inoltre, i costi di riparazione di quello caduto nel marzo scorso, sono pesanti e i tempi saranno lunghi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due pastori del Caucaso "terrorizzano" Oltrecastello: passante morso al braccio

  • Paura vicino ai mercatini di Natale, ragazzo accoltellato alla pancia: è grave

  • Bancomat fatto esplodere nella notte: spariti 40mila euro e gravi danni al palazzo

  • Incidente a Segonzano: ferito 12enne. I vigili del fuoco: "Decima volta in quel punto"

  • Ritrova la sorella dopo 50 anni: la storia di Luca

  • Diciottenne blocca il bus e prende il vetro a testate, poi aggredisce autista ed agenti

Torna su
TrentoToday è in caricamento