Franco Ianeselli (CGIL) candidato sindaco: il centrosinistra autonomista si ricompatta

Sul nome del segretario della Cgil trentina l'ok di PD, UPT e Patt

Franco Ianeselli candidato a sindaco di Trento. Il centrosinistra trentino, dopo essersi presentato diviso alle scorse provinciali che hanno visto trionfare la Lega dell'attuale governatore Maurizio Fugatti, ha ritrovato l'unità in vista delle elezioni comunali di Trento previste per il 3 maggio 2020. 

Sul nome di Ianeselli, attualmente segretario generale della Cgil trentina, è arrivato in prima battuta l'ok del Partito Democratico poi, dopo la smentita di una non meglio specificata "autocandidatura" dell'assessore Roberto Stanchina del Patt, anche il via libera delle stelle alpine.

I due partiti, uniti nel centrosinistra autonomista della scorsa legislatura con Ugo Rossi, hanno dunque ritrovato compattezza. Sulla proposta di Ianeselli sono arrivati anche i "nulla osta" dell'UPT, altro storico alleato autonomista della sinistra trentina. Manca il "sì" di Futura, il partito nato alla vigilia delle scorse provinciali, che nei giorni scorsi aveva proposto la candidatura di Barbara Poggio, prorettrice dell'Università di Trento, chiedendo che il nome del candidato uscisse da eventuali primarie.

Franco Ianeselli ha annunciato la volontà di rassegnare le dimissioni da segretario del sindacato trentino lunedì 13 gennaio per dare il via alla campagna elettorale. Classe 1978, diplomato al liceo Da Vinci di Trento e laureato in Sociologia, Ianeselli ha lavorato fin da giovane all'interno del sindacato di via Muredei, diventando segretario generale nel maggio del 2015.

Nel centrodestra il nome più accreditato per la candidatura a sindaco è quello di Aronne Armanini, storico docente di Ingegneria alla Facoltà di Mesiano. Manca ancora, però, l'ufficialità, visto che sussisite su Facebook una campagna di "promozione" alla candidatura a sindaco di Sergio Divina, volto storico della Lega trentina, senatore e recentemente nominato dalla Giunta Fugatti alla giuda del Centro Servizi Culturali Santa Chiara.

Il "terzo polo", quello dei Cinque Stelle, proprio nei giorni scorsi si è scisso, con l'uscita dal gruppo di due consiglieri comunali e la nascita di un nuovo movimento, Onda Civica, sponnsorizzato anche dal consigliere provinciale Filippo Degasperi, che però per ora rimane nel M5S. Resta da vedere se il nome di Ianeselli otterrà anche la fiducia della nuova Onda Civica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Vastissimo incendio, la montagna brucia da due giorni e le fiamme lambiscono le case

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

  • Coronavirus, medico contagiato in Germania: "Era stato in vacanza in Trentino"

Torna su
TrentoToday è in caricamento