Elezioni provinciali: il confronto con quelle del 2013

La scorsa volta Maurizio Fugatti era da solo, i partiti del centrodestra con Diego Mosna. Vinse Rossi con il 58%. Questa volta viceversa: centrosinistra diviso, centrodestra coalizzato ma a sua volta travolto dall'ondata della Lega

A sinistra un momento di festa delle elezioni 2013, a destra il brindisi del 2018

Difficile fare una comparazione lineare, visto che i partiti che la scorsa volta  si presentavano uniti cinque anni dopo si sono divisi, e viceversa. Però è possibile fare alcuni paragoni significativi tra i risultati delle elezioni provinciali 2013 e quelle del 2018, che  si sono cooncluse ieri con la vittoria del centrodestra su tutti i fronti.

La scorsa volta Maurizio Fugatti correva da solo con la sua Lega come candidato presidente: prese il 6,59%. Questa volta ha vinto, come candidato  di coalizione, con il 46%, la scorsa volta Ugo Rossi vinse con il 58% garantendosi il premio dinmaggioranza. Molti dei partiti presenti nel centrodestra in queste elezioni provinciali la scorsa volta facevano parte dell'alternativa al centrosinistra, che non vinse, rappresentata da Diego Mosna. 

Provinciali: il voto nelle valli e nelle città, clicca qui...

Si tratta di Progetto Trentino passato dal 9% delle elezioni 2013 al 3,23%, e della Civica Trentina (che allora poteva contare su Claudio Cia) che, al contrario, è passata dal 3,7% al 4,6%. Altri partiti dell'attuale centrodestra correvano invece da soli: è il caso di Fratelli d'Italia, che candidò a presidente Cristiano De Eccher ottenendo l'1,54%, una percentuale di poco superiore a quella ottenuta nel 2018: 1,44%. Come dire: con o senza Lega Fratelli d'Italia è rimasto allo stesso livello.

Più complicato il paragone per Forza Italia: nel 2013 correva da sola con il candidato presidente Giacomo Bezzi, che prese il 4,27% ed entrò in consiglio. Cinque anni dopo Bezzi è passato con l'UDC e, con il 2,08%, è rimasto fuori dal Consiglio. Nel frattempo Forza Italia si è alleata con la Lega, ma ha quasi dimezzato i consensi: 2,82%, ottenendo un seggio per un soffio. Il Movimento Cinque Stelle si conferma stabile in Trentino, ed anzi cresce di qualche punto: lo stesso candidato, Filippo De Gasperi, ottenne il 5,72% la scorsa volta, mentre questa volta è arrivato al 7,10%, anche in virtù del successo nazionale.

Nel centrosinistra è successo il contrario: la coalizione si è divisa. Il PATT, da solo, è calato di qualche punto, dal 17,55%  al 12,59%. Il PD ha dimezzato i voti: dal 22,07% al 13,93%. L'UPT è praticamente svanito: dal 13,33% al 3,98%. Un altro partito, all'interno della coalizione di centrosinistra, ha dirottato  parte dei voti degli alleati: Futura 2018, che la  scorsa volta non esisteva, quinto partito in assoluto con il 6,93%. L'unica certezza del centrosinistra ha un nome: Alessandro Olivi, il più votato delle provinciali 2013 e di quelle 2018, anche se l'altra volta le preferenze furono più di 13.000, questa volta 5.600, comunque abbastanza per fargli guadagnare il titolo di più votato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I più votati sono tre candidati del centrosinistra, clicca qui...

Due i partiti di sinistra in corsa nel 2013: Rifondazione Comunista che, con il candidato Ezio Casagranda, prese l'1,16%, e SEL, con Emilio Arisi che totalizzò l'1,78%. Mettendo insieme queste percentuali si ottiene praticamente il risultato della candidata Antnella valer, che a cinque  anni di distanza ha riunito i due partiti di sinistra (o, meglio, i loro eredi) con il 2,66%. Si potrebbe infine azzardare un altro paragone tra l'outsider del 2013, Ago Carollo con lo 0,33%, e quello del 2018, Paolo Primon con lo 0,89%. casa Pound cinque anni fa in Trentino non esisteva. A cinque anni di distanza ha ottenuto lo 0,47%. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in A22, la vittima è Mirko Bertinazzo

  • Schianto in moto: muore 46enne, gravissima l'amica

  • Casting a Trento per un nuovo film: si cercano comparse esili o dal 'volto antico'

  • Frode fiscale da due milioni nelle importazioni di auto usate: sequestri anche a Trento

  • "Non si affitta a trentini": la protesta in Puglia contro l'abbattimento dell'orsa

  • In arrivo temporali, grandinate e raffiche di vento: allerta della protezione civile

Torna su
TrentoToday è in caricamento