Elezioni provinciali 2018: ecco come si vota

Una piccola guida al voto in vista della chiamata alle urne di domenica 21 ottobre

Sono 427.450 gli elettori chiamati alle urne domenica 21 ottobre in Trentino, quando si voterà per l'elezione del Presidente dela Provincia e del Consiglio provinciale. Sul totale degli elettori 23.104 risiedono all'estero. Le donne elettrici sono 218.530, gli uomini 208.920. 

Affluenza ore 17: 38,5%, qui gli aggiornamenti  in tempo reale

I seggi apriranno alle 6.00 del mattino, le elezioni inizieranno allla conclusione delle operazioni preliminari di ogni seggio, e termineranno alle ore 22.00. Lo spoglio avrà inizio nelle prime ore del mattino seguente, lunedì 22 ottobre. Naturalmente potrete seguirlo su Trento Today, con aggiornamenti in tempo reale.

Elezioni: tutti i candidati di tutte le liste, clicca qui...

Sono chiamati a votare i cittadini italiani maggiorenni che, alla data delle elezioni, risiedono da almeno un anno, ininterrottamente, in povincia di Trento. Sono altresì chiamati alle urne i trentini residenti all'estero che sono stati avvertiti dalla cartolina spedita dal Comune di appartenenza.

Elezioni, lo spoglio in diretta lunedì mattina

Rimborso per elettori all'estero

Agli elettori residenti all'estero che rimpatriano per votare viene riconosciuto un rimborso delle spese di viaggio a carico della Provincia. Per gli elettori provenienti da Paesi europei il rimborso è a quota fissa, oppure, per distanze superiori ai 500 km da Trento, è del 50% delle spese per il viaggio aereo. Anche per paesi extraeuropei il rimborso è pari al 50% delle spese per il volo. In tutti i casi il biglietto deve essere riferito alla classe economica o seconda classe.

Dove si vota

Si vota nel seggio e nella sezione indicati sulla propria tessera elettorale. Chi è ricoverato in ospedale, in una casa di cura, o detenuto in carcere può chiedere di votare nell luogo di ricovero o di detenzione manifestando la propria volontà al Sindaco del Comune in cui vota, entro il 3° antecedente le elezioni. Gli elettori impossibilitati a muoversi possono richiedere di votare a domicilio, comunicando la propria volontà tra il 40° ed il 20° giorno antecedente le elezioni.

Come si vota

All'elettore è consegnata una sola scheda. L'elettore deve votare all'interno della cabina, e ripiegare la scheda elettorale votata prima di riconsegnarla al seggio. La scheda riporta cognome e nome di tutti i candidati Presidente, ed i simboli delle liste collegate. A fianco di ogni simbolo si trova lo spazion per esprimere i voti di preferenza, non obbligatori, scrivendo nome e cognome di uno o più candidati Consiglieri. La novità del 2018 prevede la doppia preferenza di genere: se l'elettore esprime due voti di preferenza questi DEVONO ESSERE DIRETTI A CANDIDATI DI GENERE DIVERSO, pena l'annullamento della seconda preferenza.

Il voto si può esprimere, correttamente, così...

Barrando il simbolo della lista prescelta: in questo modo il voto va alla lista ed al candidato Presidente.
Barrando il nome del candidato Presidente: in questo modo il voto va al candidato Presidente.
Barrando sia il simbolo della lista prescelta, sia il nome del candidato Presidente, collegato alla medesima lista.

Potrebbe interessarti

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • Falena gigante sul balcone di casa: ecco la foto di una nostra lettrice

I più letti della settimana

  • Incidente mortale con la moto a Dimaro

  • Aereo perde contatto radio: inseguito da un caccia nei cieli del Garda

  • Suv va a fuoco in Autogrill, i proprietari: "Dentro avevamo valigetta con 9mila euro ed è sparita"

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • Strani rumori in giardino: esce a controllare e si ritrova davanti l'orso

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

Torna su
TrentoToday è in caricamento