Fusioni: nominati i 17 commissari nei comuni del referendum

Sono stati nominati oggi dalla Giunta provinciale, su proposta dell'assessore agli enti locali Carlo Daldoss, i 17 commissari straordinari dei nuovi comuni nati dalle fusioni. I commissari inizieranno l'incarico a partire dal 1 gennaio 2016 e fino alla data di insediamento degli organi elettivi delle rispettive amministrazioni comunali, chiamate ad elezioni ai primi di maggio.


"Ringraziamo i sindaci e i consigli comunali interessati - ha detto l'assessore Daldoss - che hanno saputo mettersi in gioco dando al Trentino la possibilità di essere nuovamente un territorio all’avanguardia, rispetto a questi delicati processi di riorganizzazione amministrativa e istituzionale. All'inizio di maggio i 17 nuovi comuni andranno ad elezioni: ci auguriamo che la partecipazione dei cittadini sia intensa e confermi il favore che ha accompagnato i diversi processi di aggregazione, Siamo certi che, unite forze e risorse, questi comuni potranno fare fronte al meglio alle richieste dei cittadini, guardando con grande speranza e fiducia alle sfide future". 

Questo l'elenco dei comuni e dei rispettivi commissari:

Altavalle, mediante la fusione dei comuni di Faver, Valda, Grumes e Grauno: commissario Giuliano Sighel;
Altopiano della Vigolana, mediante la fusione dei comuni di Bosentino, Vattaro, Vigolo Vattaro e Centa San Nicolò: commissario Giuseppe Toller
Amblar-Don, mediante la fusione dei comuni di Amblar e Don: commissario Luciano Fanti
Borgo Chiese, mediante la fusione dei comuni di Brione, Cimego e Condino: Severino Papaleoni;
Borgo Lares, mediante la fusione dei comuni di Bolbeno e Zuclo: commissario Bruno Simoni;
Castel Ivano, mediante la fusione dei comuni di Strigno, Spera e Villa Agnedo: commissario Giorgio Boneccher;
Cembra Lisignago, mediante la fusione dei comuni di Cembra e Lisignago: commissario Barbara Lorenzi;
Contà, mediante la fusione dei comuni di Cunevo, Flavon e Terres: commissario Nadia Ianes.
Dimaro Folgarita, mediante la fusione dei comuni di Dimaro e Monclassico: commissario Gilberto Masé;
Madruzzo, mediante la fusione dei comuni di Calavino e Lasino: commissario Attilio Caldera;
Pieve di Bono Prezzo, mediante la fusione dei comuni di Pieve di Bono e Prezzo: commissario Anita Binelli;
Porte di Rendena, mediante la fusione dei comuni di Villa Rendena, Vigo Rendena e Darè: commissario Marco Riccadonna;
Primiero San Martino di Castrozza, mediante la fusione dei comuni di Fiera di Primiero, Tonadico, Transacqua e Siror: commissario Paola Matonti;
Sella Giudicarie, mediante la fusione dei comuni di Breguzzo, Bondo, Lardaro e Roncone: commissario Emanuele Bonafini;
Tre Ville, mediante la fusione dei comuni di Ragoli, Preore e Montagne: commissario Maurizio Polla;
Vallelaghi, mediante la fusione dei comuni di Terlago, Vezzano e Padergnone: commissario Maria Grazia Odorizzi;
Ville d'Anaunia, mediante la fusione dei comuni di Tuenno, Nanno e Tassullo: commissario Guido Ghirardini;
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Elezioni provinciali 2018

    Elezioni in Trentino: i dati sull'affluenza

  • Cronaca

    "O paghi in bitcoin o cancelliamo tutto". Ennesima truffa via mail in Trentino

  • Cronaca

    Traffico di esseri umani tra Italia ed Austria: arrestato un "passatore"

  • Attualità

    Censimento anche in Trentino: rispondere è obbligatorio, previste sanzioni

I più letti della settimana

  • Elezioni provinciali: i candidati di tutte le liste

  • Razzismo su Flixbus: "Sei di un'altra religione, non puoi sederti vicino a me"

  • Elezioni in Trentino: i dati sull'affluenza

  • Elezioni provinciali 2018: i candidati del Patt

  • Elezioni provinciali: i candidati di Liberi e Uguali

  • Elezioni provinciali 2018: i candidati di Autonomia Dinamica

Torna su
TrentoToday è in caricamento