Stop all'educazione di genere, la Commissione: "Sconcertante, incontro ignorato dagli assessori"

Sconcerto e rammarico, si legge nella nota. "La Commissione si era resa disponibile per chiarire i dubbi degli assessori Bisesti e Segnana, offerta ignorata"

"Profondo rammarico per la sospensione dei percorsi del progetto Educare alla relazione di genere per l’anno scolastico corso, e sconcerto per la totale mancanza di comunicazione e confronto da parte della Giunta". Sono queste le parole usate dalla presidente della Commissione provinciale pari opportunità Simonetta Fedrizzi dopo la decisione, presa dagli assessori alla Scuola ed alle Politiche Sociali durante le vacanze di Natale, di sospendere le attività per l'educazione di genere nelle scuole, già programmate per  l'anno scolastico in corso.

La Commissione pari opportunità, ente istituzionale della Provincia di Trento, avrebbe anche teso una mano agli assessori Bisesti e Segnana cercanndo un'opportunità di dialogo. "Offerta ignorata" si legge nella nota  con la quale la presidente Fedrizzi denuncia la mancata risposta della Giunta. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Privare ragazze e ragazzi di questa opportunità educativa e le e gli insegnanti di questa occasione formativa significherebbe abdicare alla responsabilità di ridurre le diseguaglianze ancora presenti nei vari settori della società, responsabilità alla quale la Commissione non intende sottrarsi e che auspica di poter continuare ad assolvere con la collaborazione di tutti i partner con i quali il progetto venne ideato e promosso" conclude la nota. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Mamma muore a 40 anni dopo un malore: cordoglio a Mezzocorona

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Limiti di velocità solo per le moto sulle strade di montagna

  • Incidente mortale a Bedollo: morto a 21 anni Tommaso Mattivi

Torna su
TrentoToday è in caricamento