Sindacati perplessi sulle dimissioni di Flor: "Colpa delle liti tra Giunta e maggioranza"

Nota unitaria dei tre segretari di Cgil, Cisl e Uil sulle dimissioni del direttore generale dell'Apss, appena riconfermato, Luciano Flor: "Uno scarica barile inutile ed infantile, Giunta e maggioranza devono recuperare capacità decisionale, non si può più rimandare i problemi"

"Giocare a scarica barile tra Giunta, maggioranza e opposizioni, sia sterile e per certi versi infantile" così in una nota unitaria i segretari di Cgil, Cisl e Uil commentano le dimissioni-lampo del direttore generale dell'Azienda Sanitaria Luciano Flor. Una scelta che sembra figlia "delle incertezze della Giunta e della litigiosità della maggioranza" scrivono i sindacati, più che delle polemiche.

"Va ricordato che la riorganizzazione della rete ospedaliera, figlia del piano di miglioramento adottato alla fine della scorsa consigliatura, è stata adottata dalla Giunta Rossi nel dicembre 2014 senza il voto degli assessori dell’Upt e che la riduzione dei punti nascita, oggi sospesa in attesa del giudizio di una commissione statale, ha trovato una contrarietà trasversale dentro tutti i partiti di governo, dal Patt al Pd, dalla Ual all’Upt - prosegue la nota -. Mentre aumentano le rette delle case di riposo e stanno per essere introdotti nuovi ticket sanitari che gravano su tutti i cittadini, mentre crollano i dati sulla natalità in Trentino, è bene che giunta e maggioranza si rimbocchino le maniche e assumano le decisioni più urgenti per qualificare la sanità pubblica riducendo le spese superflue". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paura per un grave incidente a Mattarello: pedone travolto mentre attraversa sulle strisce

  • Incidenti, si schianta con l'auto contro un muretto: morta mamma di quattro figli

  • Carabinieri di Trento, sequestrate 50mila confezioni di cosmetici all'arnica per mezzo milione di euro

  • Autovelox sulle strade trentine, ecco dove saranno a gennaio

  • San Giovanni di Fassa, guida ubriaco l'auto di un altro: patente sospesa per due anni

  • A 176 all'ora in galleria: beccato con il telelaser

Torna su
TrentoToday è in caricamento