Bambini non vaccinati esclusi dagli asili, l'assessore Segnana: "Non è cambiato nulla"

Rossi interroga sulla mancata comunicazione da parte della Provincia e ricorda quando Fugatti chiese di rimandare. Degasperi accusa: "Anche la Lega si è piegata al decreto Lorenzin"

Lunedì 11 marzo è entrato in vigore il divieto di ingresso nei nidi e nelle scuole materne di tutta Italia per i bambini non vaccinati, previsto dal decreto Lorenzin. In Trentino "nulla è cambiato": l’assessora Stefania Segnana ha chiarito che la Giunta non ha ritenuto di fare alcuna comunicazione perché nel Trentino questa disposizione era già in vigore dal settembre scorso.

Per accedere a nidi e materne i bambini trentini dovevano essere già "conformi" rispetto all'obbligo vaccinale a partire dall'inizio dell'anno scolastico. Segnana ha concluso ricordando che la Provincia è in attesa di un disegno di legge in materia della Ministra Grillo, attualmente in fase di discussione e di un provvedimento richiesto dal Ministro Salvini per permettere ai bambini non vaccinati che frequentano le "materne" di terminare l'anno scolastico in corso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La risposta è stata fornita ad un'interrogazione del consigliere, ed ex presidente della Provincia, Ugo Rossi la cui amministrazione adottò senza riserve il decreto e fu tra le prime in Italia ad attuarlo senza se e senza ma. Rossi ha ricordato in aula che all’epoca il Presidente Fugatti chiedeva di posticipare tutto, "mentre oggi - ha detto - voi siete in condizione di garantire la regolarità dell’anno scolastico proprio grazie a chi allora definivate “Erode”".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Mamma muore a 40 anni dopo un malore: cordoglio a Mezzocorona

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Incidente mortale a Bedollo: morto a 21 anni Tommaso Mattivi

  • Cane investito da una moto, il padrone vede la scena e sviene

Torna su
TrentoToday è in caricamento