Stelvio: nuovo regolamento sugli indennizzi per i danni degli ungulati

Grazie ad una delibera approvata dalla Giunta è nuovamente possibile presentare agli uffici del Parco domanda di indennizzo per danni a prati sfalciati, pascoli monticati, attività agricole

Un regolamento che definisce i criteri per l'indennizzo dei danni provocati dagli ungulati selvatici nel territorio del parco nazionale dello Stelvio è stato approvato dalla Giunta provinciale di Trento. Il regolamento in vigore dal 2006 al 2015 e promosso dal Consorzio del parco nazionale dello Stelvio, prevedeva l'indennizzo dei danni causati dalle alte densità di cervo presenti nell'area protetta. A seguito della nuova governance del Parco si è reso necessario un adeguamento alle normative provinciali delle procedure per la rifusione dei danni. Da oggi, grazie alla delibera che porta la firma dell'assessore all'ambiente trentino, Mauro Gilmozzi, e approvata dalla Giunta, è nuovamente possibile presentare agli uffici del Parco domanda di indennizzo per danni a prati sfalciati, pascoli monticati, attività agricole di interesse economico e orti o campi privati.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rapina in Lung'Adige: pugni in faccia per uno smartphone

  • Green

    Api in pericolo a Trento sud. La replica della Fondazione Mach: "Tutto regolare"

  • Incidenti stradali

    Due incidenti nella notte a Riva del Garda: feriti tre ventenni

  • Politica

    L'Autorità anti-corruzione: "Sgarbi non è incompatibile come presidente del Mart"

I più letti della settimana

  • Orrore in un capannone di Scurelle: smontavano le bare prima di cremare i corpi

  • Ecco il rarissimo gatto dorato, fotografato dai ricercatori del Muse in Tanzania

  • Bare e cadaveri abbandonati in un capannone in Valsugana: indagano i carabinieri

  • A22: maxitamponamento, 17 feriti ed autostrada bloccata

  • Muore a 19 anni dopo un malore in piscina

  • Dimostrazione a scuola con il cane antidroga, poi i carabinieri fermano un ragazzo

Torna su
TrentoToday è in caricamento