Stelvio: nuovo regolamento sugli indennizzi per i danni degli ungulati

Grazie ad una delibera approvata dalla Giunta è nuovamente possibile presentare agli uffici del Parco domanda di indennizzo per danni a prati sfalciati, pascoli monticati, attività agricole

Un regolamento che definisce i criteri per l'indennizzo dei danni provocati dagli ungulati selvatici nel territorio del parco nazionale dello Stelvio è stato approvato dalla Giunta provinciale di Trento. Il regolamento in vigore dal 2006 al 2015 e promosso dal Consorzio del parco nazionale dello Stelvio, prevedeva l'indennizzo dei danni causati dalle alte densità di cervo presenti nell'area protetta. A seguito della nuova governance del Parco si è reso necessario un adeguamento alle normative provinciali delle procedure per la rifusione dei danni. Da oggi, grazie alla delibera che porta la firma dell'assessore all'ambiente trentino, Mauro Gilmozzi, e approvata dalla Giunta, è nuovamente possibile presentare agli uffici del Parco domanda di indennizzo per danni a prati sfalciati, pascoli monticati, attività agricole di interesse economico e orti o campi privati.

Potrebbe interessarti

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • A 140 all'ora in montagna, posta il video: riconosciuto da un riflesso sul parabrezza

  • Notte Bianca: rimozione forzata in tutto il centro, 28 locali allargano lo spazio esterno

  • Temporali estivi, il Soccorso Alpino: "Attenzione al brusco calo delle temperature"

I più letti della settimana

  • A 140 all'ora in montagna, posta il video: riconosciuto da un riflesso sul parabrezza

  • A22: camion contro auto della Polizia, agente estratto dalle lamiere

  • Cade nel torrente, lo ritrovano alla diga

  • Incidente, si schianta frontalmente con un camion e ci finisce sotto: morto motociclista

  • Incidente frontale, auto invade la corsia opposta e si schianta contro un camion: trentino ferito

  • Motociclista morto sulla strada del lago di Garda

Torna su
TrentoToday è in caricamento