Provincia, un ufficio stampa da quasi 3 milioni di euro

L'anno scorso l'house organ della Giunta "Il Trentino" è uscito 10 volte, mentre nel 2012 i numeri saranno 8: la sua impaginazione costa 28 mila euro, la spedizione a tariffa ridotta 96 mila, la tiratura media è di 33 mila copie

L’anno scorso l’house organ della Giunta “Il Trentino” è uscito 10 volte, mentre nel 2012 “in un’ottica di razionalizzazione ed economia” i numeri saranno 8. L’anno scorso stampare il periodico è costata 111 mila euro, la sua impaginazione 28 mila euro, la spedizione a tariffa ridotta 96 mila euro. La tiratura media è di 33 mila copie.

I dati, resi noti dall'assessore all'ambiente e vicepresidente della Provincia Alberto Pacher in riposta ad un'interrogazione di Rodolfo Borga del Pdl, si riferiscono al 2011.
 
Le collaborazioni esterne di giornalisti e fotografi sono costate complessivamente circa 19 mila euro. Quanto al costo complessivo dell’ufficio stampa della Giunta, l’importo stanziato a bilancio per il 2012 è di 2.992.080,00 euro. La cifra comprende anche 1.200.000,00 euro destinati alla Film Commission, investimento che già nel suo primo anno di vita (proprio nei giorni scorsi è stata resa nota l’attività dell’organismo) ha prodotto ricavi pari ad oltre 1 milione e mezzo di euro.
 
Nel 2008 l’ufficio stampa della Giunta contava su uno stanziamento di 3.719.500,00 euro. Pacher ha affermato che la riduzione di oltre 800 mila euro sia frutto dell’eliminazione di alcune testate della Provincia come la rivista “EuroPA”, soppressa in funzione della centralizzazione di tutto il pacchetto informativo cartaceo all’interno de “Il Trentino”.
 
L’esecutivo provinciale - ha detto Pacher rispondendo all'interrogazione - ritiene ovviamente che l’ufficio stampa non sia affatto – come affermato da Borga – uno strumento propagandistico, né un concentrato di veline, ma un organo di informazione organizzato in questo modo per far conoscere all’esterno l’attività del governo provinciale.
 
Nella replica Borga ha rinnovato la richiesta di ottenere risposte puntuali alle domande da lui poste nell’interrogazione, fatta nell’aprile 2010. In quell'occasione il consigliere voleva sapere quanti fossero i dipendenti della struttura di supporto dell’ufficio stampa della Giunta, quanti i giornalisti interni e i nomi di quelli esterni di cui l’esecutivo si è avvalso, l’ammontare dei compensi, la spesa sostenuta nel 2009 per ogni singola rivista e per le trasmissioni televisive e radiofoniche, vista la maggiore influenza di queste ultime rispetto ai media cartacei.
 
Una volta avuti tutti i dati sarà possibile conoscere l’effettivo ammontare dei mezzi, delle persone e della spesa sostenuti.

Potrebbe interessarti

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Orso M49, Fugatti firma una nuova ordinanza: "Sì all'abbattimento in caso di grave pericolo"

  • Pasubio: finalmente riaperta la Strada delle 52 gallerie

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

  • Orso M49: la Provincia pubblica, cinque giorni dopo, il video della cattura

  • In montagna senza smartphone: il rifugio è gratis

  • Si tuffa nel lago e sviene: è la "sincope da immersione", recuperato dai Vigili del Fuoco a nuoto

Torna su
TrentoToday è in caricamento