La Giunta dimezza i fondi per la Cooperazione Internazionale

Nuove linee guida dalla Giunta Fugatti: "Attesi risparmi per 5 milioni di euro"

Meno fondi alla Cooperazione Internazionale trentina. Lo ha deciso il Presidente della Provincia Maurizio Fugatti, che ha anche annunciato più trasparenza nella gestione delle risorse destinate a progetti di cooperazione allo sviluppo nel mondo.

Le richieste di contributo in questo settore sono sospese dallo scorso dicembre, quando la Giunta aveva deciso di voler mettere mano alle modalità di finanziamento pubblico dei progetti. 

La Giunta ha deliberato di ridurre della metà i circa 10 milioni di euro che ogni anno il Trentino stanzia per progetti nei Paesi del Terzo Mondo. Ma si tratta solo dell'inizio: l'idea è quella di cambiare la legge provinciale che prevede l'obbligo di destinare a questo tipo di attività lo 0,25% del bilancio provinciale. 

Al tempo stesso, garantisce Fugatti, si aprirà la Cooperazione Internazionale all'intervento di privati, che potranno dunque sostenere di tasca propria i progetti fino a coprire almeno la metà delle spese di ciascun intervento, condizione necessaria per accedere al finanziamento pubblico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campitello di Fassa, ha un infarto al mercatino di Natale: in prognosi riservata

  • Treni, dopo il diretto per Milano arriva anche il Bolzano-Vienna

  • Krampus "violenti" a Vipiteno? E' una tradizione, ma la fake news fa il giro del web

  • Luci soffuse e radio spenta, così un barbiere di Rovereto taglia i capelli ai bimbi autistici

  • "Dammi i soldi o ti ammazzo": preso il rapinatore e la moglie complice

  • Ritrova la sorella dopo 50 anni: la storia di Luca

Torna su
TrentoToday è in caricamento