Elisoccorso, il comunicato di Rossi sanzionato dall'Agcom: "Non è istituzionale"

All'indomani dello scandalo il presidente chiese "rispetto per chi salva vite umane". Un comunicato non "effettuato in forma impersonale ed indispensabile per le funzioni istituzionali" secondo l'Autorità garante

Il comunicato "Nucleo elicotteri. Il presidente Rossi: rispettiamo chi salva vite umane" (clicca qui) pubblicato all'indomani delle rivelazioni sulla vicenda dell'incidente dell'elisoccorso al lago Nambino non fu comunicazione istituzionale bensì personale, e ovviamente politica. 

Come tale è stato sanzionato dall'Agcom, l'autorità garante per le comunicazioni. Lo comunica il consigliere Claudio Cia, dal quale provenivano anche le rivelazioni sull'incidente riportate dai media, che in seguito al comunicato di Rossi si era rivolto al Corecom, il comitato regionale per le comunicazioni, il quale aveva disposto l'archiviazione del caso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Caso che è stato invece riaperto dall'Agcom, la quale ha ritenuto che il comunicato non sia stato scritto "in forma impersonale ed indispensabile per l’efficace assolvimento delle funzioni". Ora l'Ufficio Stampa provinciale sarà obbligato a "pubblicare sul proprio sito web, sulla home page, entro tre giorni dalla notifica del presente atto, e per la durata di un giorno, un messaggio recante l’indicazione di non rispondenza a quanto previsto dall’art. 9 della legge 22 febbraio 2000, n. 28, della comunicazione istituzionale realizzata mediante la pubblicazione, sul sito istituzionale dell’ente, del comunicato 'Nucleo elicotteri. Il presidente Rossi: rispettiamo chi salva vite umane'".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: casi in diminuzione da 3 giorni. "Se i numeri saranno confermati siamo in discesa"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • "Io resto a casa": ecco la classifica delle regioni grazie allo studio delle "storie" su Instagram

Torna su
TrentoToday è in caricamento