Protesta della Coldiretti contro la cimice asiatica, c'è anche Fugatti: "Servono controlli alla frontiera"

Lupi, cinghiali e ora la cimice asiatica. Ancora una volta il governatore sale sul palco di una manifestazione Coldiretti

Fugatti e Zanotelli alla manifestazione Coldiretti

Un'altra manifestazione di Coldiretti con protagonista sul palco il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti. Dopo la manifestazione a Trento, sotto al palazzo della Provincia, contro la diffusione del lupo e quella a Roma contro l'aumento incontrollato dei cinghiali questa volta il governatore leghista ha parlato dal palco a Verona, in una manifestazione contro la piaga della cimice asiatica.

Una presenza in veste istituzionale, si direbbe: la notizia è stata diffusa dall'Ufficio Stampa provinciale. "Vanno potenziati i controlli dei prodotti agroalimentari alla frontiera - ha sottolineato il presidente Fugatti - onde evitare l'introduzione nel nostro paese di insetti che possono determinare impatti pesantissimi sull'econonia agricola e, di conseguenza, sugli equilibri sociali e paesaggistici dei territori".

Presente, come nelle altre occasioni, anche l'assessore all'Agricoltura Giulia Zanotelli: "La Provincia di Trento - ha detto -  si è da subito attivata, elaborando, in collaborazione con la Fondazione Mach e con tutti i portatori di interesse del settore agricolo, uno specifico piano di azione. Ora, siamo già nella fase attuativa che prevede interventi di ristoro dei danni, di monitoraggio, di contrasto diretto, di informazione e formazione e di preparazione di quanto necessario per dar avvio, già nei prossimi mesi alla lotta biologica".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel settembre scorso la Coldiretti aveva chiesto lo stato di calamità per il diffondersi della cimice asiatica tra le colture di melo. Negli stessi giorni era stata diffusa la notizia, da parte della Fondazione Mach, di un possibile rilascio della "vespa samurai", antagonista naturale della cimice, in Trentino. Quest'ultimo annuncio dell'assessore fa pensare che la famosa vespa possa essere introdotta nelle campagne già dalla stagione 2020. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • "Io resto a casa": ecco la classifica delle regioni grazie allo studio delle "storie" su Instagram

Torna su
TrentoToday è in caricamento