Niente case Itea alle famiglie con condannati, il ministro: "Pronti ad impugnare la legge"

Visita istituzionale, ma anche di partito, per il ministro Francesco Boccia a Trento

Visita istituzionale in Trentino del ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia, che ha incontrato il governatore Maurizio Fugatti, e che si è trattenuto in città anche per un incotro di partito. Il primo incontro ufficiale, organizzato dal PD, per lanciare la campagna elettorale con Franco Ianeselli candidato sindaco di Trento.

Nella serata si è parlato anche della legge provinciale che vorrebbe togliere il diritto alla casa popolare ai condannati ed ai loro familiari. Una legge sulla quale è stato da più parti sollevato il dubbio di costituzionalità, e il ministro si è detto pronto ad impugnare. Evidentemente il tema non era stato affrontato nell'incontro ufficiale con Fugatti. 

Proprio dal sindacato Cgil, di cui Franco Ianeselli era segretario fino a pochi giorni fa prima di dimettersi per candidarsi alle comunali di maggio, era partito l'appello al Governo Conte affinchè si bloccasse la noma, contenuta nel nuovo regolamento per gli inquilini Itea varato dalla Giunta, nel quale l'espulsione è prevista come misura estrema all'interno di una serie di sanzioni con la nuova "patente a punti" per i condimini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Vastissimo incendio, la montagna brucia da due giorni e le fiamme lambiscono le case

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento