Referendum in Veneto, ora Belluno vuole essere Provincia autonoma

Fino a ieri volevano staccarsi dal Veneto, oggi invocano una Provincia elettiva. Il vicepresidente del Bard: "Ne ho parlato con Lorenzo Dellai, si attiverà a Roma per ridare dignità all'ente"

Un'autonomia nell'autonomia: le pretese di indipendenza della provincia di Belluno (e di ricongiungimento con l'Alto Adige di alcuni suoi Comuni) sono una questione aperta da tempo. Non deve perciò stupire che il quorum sia stato superato per poco, con il 51,81% rispetto alla media regionale attorno al 60%. La vittoria (il 98,67% ha votato per il sì) è stata però festeggiata come tale anche dagli autonomisti bellunesi che, se una volta volevano staccarsi dal Veneto ora vedono nella trattativa per l'autonomia un'occasione per ottenere spuntare qualche riconoscimento inn più.

La questione bellunese è forse l'aspetto più seguito dal mondo politico trentino di tutta la vicenda. A spezzare una  lancia per una Belluno più "speciale" in un futuro Veneto autonomo è l'europarlamentare Herbert Dorfmann, altoatesino eletto nel collegio Trentino Alto Adige, che si è affrettato a dichiarare: "La Provincia autonoma di Bolzano non farà mancare il suo supporto e il suo aiuto. Con una Belluno più autonoma, ci saranno maggiori possibilità e maggior facilità di confronto e di collaborazione tra il Bellunese e l'Alto Adige. Belluno si merita una maggiore autonomia". 

Della questione si sta occupando anche il deputato trentino Lorenzo Dellai se è vero, come ha dichiarato il vicepresidente del Bard, Belluno Autonoma Redione Dolomitica, Andrea Bona, che l'ex governatore "si attiverà da domani per verificare se ci sono i numeri per approvare una legge sull'elettività in brevissimo tempo, noi contiamo in un paio di settimane". All'interno dell'autonomia veneta Belluno sogna dunque una Provincia con un Consiglio nominato dagli elettori, ed avanza la richiesta a Roma tramite un deputato trentino. 

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • A22 da "bollino nero": code da Bressanone ad Affi

I più letti della settimana

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones: la pioggia non ferma la festa

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento