Accordo pre-elettorale con gli Schützen, Baratter si autosospende dal gruppo

Autosospenssione dal gruppo del Patt da parte del consigliere "finchè non sarà chiuso il procedimento giudiziario"

Autosospensione dal gruppo consiliare per Lorenzo Baratter che, indagato per corruzione elettorale nel "caso Schützen" ha chiesto lamessa alla prova ottenendo di fatto la sospensione del processo. In molti, dal M5S aglii alleati di UPT e  PD, all'indomani della condanna dei due "complici", Dalprà e Corona, presidente e vice dei cappelli piumati, avevano chiesto le dimissioni del consigliere, capogruppo del Patt in Consiglio provinciale.

"Sono consapevole che aver sottofirmato un impegno di reciprocità con la Federazione degli Schützen del Tirolo Meridionale sia stata una scelta sbagliata, anche se compiuta in totale buona fede e con l’unico intento di dare forza e valore ad una vicinanza che ho sempre avuto nei confronti di quel mondo con il quale da sempre collaboro" scrive su facebook il consigliere annunciando la sua autosospensione fino alla chiusura del proocedimento giudiziario.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il supermercato più conveniente di Trento? Ecco il "calcolatore" online di Altroconsumo

  • "Aiuto, c'è una donna con lenzuolo bianco sulla statale": chiamano il 112 per la Samara challange

  • Incendio in casa: morta una mamma, grave il suo bambino

  • Tornano all'auto parcheggiata in via Grazioli e ci trovano dentro il ladro

  • Incidente a Ledro, motociclista perde il controllo e si schianta: portato via in elicottero

  • Esce di casa in auto e scompare: ricerche in tutta la Valle dei Laghi

Torna su
TrentoToday è in caricamento