Caso Baratter, reato estinto dopo la messa alla prova: "Continuerò con maggiore determinazione"

Finito il periodo di messa alla prova il Giudice ha emesso oggi istanza di proscioglimento per il consigliere accusato di corruzione elettorale

Prova superata, reato estinto: il "caso Baratter" è arrivato alla sua conclusione, almeno per il consigliere provinciale, che oggi è stato definitivamente prosciolto dopo aver portato a termine la "messa alla  prova", ovvero un periodo di servizio svolto presso Anffas. Oggi il Giudice ha emesso l'istannza, estinguendo il reato.

Il caso continua però nel mondo politico, con i cinque stelle (ma all'indomani dello scandalo furono anche PD e UPT) che continuano a chiedere le dimissioni del consigliere per voce del deputato Fraccaro, parte civile nel processo. Il consigliere, già auto-sospeso da capogruppo del Patt, sembra più che mai saldo sulla sedia: "mi ha profondamente addolorato e rammaricato il grande disagio che questa vicenda ha creato, motivo per il quale mi sento umilmente in dovere di proseguire il mio impegno con ancora maggiore dedizione, determinazione, passione e spirito di servizio" ha scritto su facebook commentando l'istanza. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

Torna su
TrentoToday è in caricamento