Gli autonomisti bellunesi accendono fuochi sulle montagne: "Orgoglio dolomitico"

Una cinquantina di fuochi illumineranno la notte nella "Regione" dolomitica che chiede autonomia. Una protesta che riprende un'antichissima tradizione, e che vede il coinvolgimento di centinaia di bellunesi che rivendicano l'orgoglio della propria terra, non sempre espresso nelle urne dei referendum

Fuochi per l'autonomia: illumineranno la notte tra sabato e domenica  i falò accesi dagli autonomisti bellunesi che rivendicano la "Regione" autonoma delle Dolomiti. Da quattro anni a questa parte la manifestazione, che riprende tradizioni che si perdono nel tempo, si svolge ogni anno sulle montagne al confine con le  province autonome di Trento e Bolzano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Bard, movimento autonomista bellunese, lancia l'appello a tutti gli abitanti della regione dolomitica: “Scegliete un luogo che sentite come simbolo del vostro comune, del vostro territorio, della vostra storia; da soli, con gli amici, con la famiglia, potrete lanciare anche voi il messaggio: io resisto. Autonomia è anche difendere le proprie radici, la propria storia, il proprio territorio, la propria identità”. saranno una cinquantina le postazioni illuminate, dall'Agordino al Feltrino, senza dimenticare il Comelico, il Cadore, l'Alpago e la Valbelluna; dalle cime dei monti ai paesi di valle, dalle malghe ai rifugi, sono centinaia i bellunesi che hanno deciso di supportare l'iniziativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, rientra in Italia senza fare quarantena e dà una festa: focolaio in Trentino

  • Viveva in Trentino e aveva circa 20 anni il ragazzo trovato morto su un treno

  • Schianto in moto: muore 46enne, gravissima l'amica

  • Trovato il corpo senza vita di un giovane sopra al treno proviente da Trento

  • "Non si affitta a trentini": la protesta in Puglia contro l'abbattimento dell'orsa

  • Il pusher scappa, poliziotto ferma un'auto e si fa "accompagnare" ad acciuffarlo

Torna su
TrentoToday è in caricamento