Un minuto di silenzio in Consiglio provinciale per le vittime di Londra

Il Presidente Dorigatti: "Non si contano più le volte in cui quest'aula si è fermata per episodi di terrore e violenza, ma se dovesse succedere ancora quest'aula ancora si fermerà"

"Terrore e violenza non saranno mai la normalità" con queste parole il presidente del Consiglio provinciale Bruno Dorigatti ha aperto la seduta odierna, prima di dedicare un minuto di silenzio alle vittime del recente attentato a Londra.

"Ormai non si contano più le volte in cui, in quest'Aula, abbiamo ricordato le vittime di attentati terroristici, che hanno portato dolore e morte ad ogni latitudine del globo  - ha detto Dorigatti - Dovesse succedere ancora, ancora quest'Aula si fermerà: perché tutto può accadere, tranne che il terrore e la violenza diventi, per tutte e tutti noi, la normalità con cui convivere. Un mondo diverso, libero dalla paura, è l'unico mondo desiderabile: facciamo di tutto, a qualsiasi livello dell'agire pubblico, per costruirlo". 

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Rovereto, scoperte due specie arboree ignote alla scienza

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Cosa fare a Trento nel week-end: musica dal vivo, feste e castelli aperti

  • Tragedia in alta quota, sbatte contro la parete e precipita: morta base jumper di 30 anni

  • Incidente sulla A22, schianto auto-camion: traffico in tilt

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

Torna su
TrentoToday è in caricamento