Cultura, Maestri interroga: "Che fine hanno fatto le agevolazioni fiscali?"

A sei mesi dall'entrata in vigore della legge provinciale sulle agevolazioni fiscali per attività culturali mancano i criteri attuativi

A sei mesi di distanza dalla legge provinciale 17 del 2015 sulle agevolazioni fiscali per attività culturali nessuno ne può usufruire. Il perchè è presto detto: la Giunta non ha ancora adottato dei criteri attuativi, perciò la  legge, seppur in vigore, è di fatto inesistente. A chiedere conto all'assessore Mellarinii di questo ritardo è la cconsigliera Lucia Maestri con una domanda nel question time in Consiglio provinciale che si è tenuto oggi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mellarini ha riconosciuto che si tratta di "una norma di grande significato per il settore culturale", ma ha passato la patata bollente alla Ragioneria di Stato che, ha spiegato, avrebbe chiesto "chiarimenti rispetto alla copertura finanziaria". Infine il responsabile del settore culturale ha comunicato che gli uffici stanno ultimando il regolamento attuativo che sarà sottoposto all'attenzione della competente Commissione consiliare entro la fine del corrente mese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Coronavirus: due fratelli morti a distanza di tre giorni

  • Radersi la barba diminuisce la possibilità di contagio: tutte le bufale sul coronavirus

  • Coronavirus, nuovi casi dimezzati: oggi 45. Morto anche un 28enne che era stato dimesso

Torna su
TrentoToday è in caricamento