Nevica in montagna dal Tonale al Pordoi

Passi imbiancati, ma percorribili, sopra i 1.600 metri in particolare nel Trentino Occidentale

Passo Pordoi 3 novembre 2019

Prima giornata di neve sulle montagne trentine: ad eccezione delle sporadiche nevicate ad alta quota, già viste ad inizio settembre sulle Dolomiti, domenica 3 novembre 2019 è stata la prima giornata bianca per molte località sopra i 1.600 metri, in particolar modo per il Trentino Occidentale.

Previsioni: la neve torna martedì

Le webcam degli impianti sciistici mostrano le stazioni a monte delle funivie già imbiancate. Una bella sorpresa per tanti trentini, ed in particolare per i gestori degli impianti, che prevedono un'annata particolarmente bianca.

Neve sui passi, strade percorribili

Le stazioni di rilevamento di Meteotrentino segnalano 17 centimetri al Rifugio Grostè, 15 centimetri al Rifugio Viviani, 11 al Rifugio Alimonta e ben 36 centimetri alla Capanna Presena. Dieci centimetri di neve anche sui passi del Tonale, del Rolle. A quote più basse qualche centimetro di neve s'è visto anche al Passo del Brocon, al Lago di Calaita, a Ciampac sopra Canazei. Abbondantemente innevati, ma ancora percorribili, i passi Sella e Pordoi. 

A partire da lunedì 4 è previsto un graduale miglioramento delle condizioni a partire da ovest. La neve potrebbe tornare nel pomeriggio di martedì 5 novembre con limite attorno ai 1.800 metri. Precipitazioni sparse ed annuvolamenti sono previsti fino a venerdì 8 novembre. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trento usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bancomat fatto esplodere nella notte: spariti 40mila euro e gravi danni al palazzo

  • Le sardine riempiono piazza Duomo a Trento

  • "Dammi i soldi o ti ammazzo": preso il rapinatore e la moglie complice

  • Ritrova la sorella dopo 50 anni: la storia di Luca

  • Diciottenne blocca il bus e prende il vetro a testate, poi aggredisce autista ed agenti

  • Lupi sulla Marzola, i forestali confermano

Torna su
TrentoToday è in caricamento