A metà maggio ancora neve: in montagna accumuli fino a 2 metri

Terzo weekend "bianco" consecutivo in Trentino: gestori dei rifugi preoccupati per l'avvio di stagione

La situazione al Rifugio Segantini

Ancora neve, vento e aria gelida in Trentino. per il terzo weekend consecutivo la neve è scesa inmontagna a quote relativamente basse. Da Trento si vede la cima della Marzola, montagna non certo "inarrivabile" (quota 1.738) spolverata di bianco. Un panorama sicuramente affascinante, anche per la sua unicità, ma l'anomalia ora inizia a preoccupare chi di montagna ci vive: gli operatori turistici d'alta quota, ma anche i gestori dei rifugi, attendono l'inizio di una bella stagione che quest'anno semrba non arrivare mai.

Sopra i 2000 metri, a seconda dei versanti, possono esserci anche 2 metri di neve: il vento ha creato accumuli che sbarrano il passaggio su strade e sentieri, oltre a creare situazioni di pericolo per gli alpinisti. Si attende il primo raggio di sole, che però non sembra proprio essere dietro l'angolo: cielo coperto e temperature minime sotto la media almeno fino a giovedì 16 maggio, ma si guarda con preoccupazione al weekend del 18/19 maggio, in vista di una nuova perturbazione.

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Rovereto, scoperte due specie arboree ignote alla scienza

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Cosa fare a Trento nel week-end: musica dal vivo, feste e castelli aperti

  • Tragedia in alta quota, sbatte contro la parete e precipita: morta base jumper di 30 anni

  • Incidente sulla A22, schianto auto-camion: traffico in tilt

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

Torna su
TrentoToday è in caricamento