In Trentino è stato il luglio più piovoso di sempre, dati sopra la media anche per il caldo

Ecco l'analisi mensile di Meteotrentino, da segnalare anche l'alto numero di fulmini caduti

Il luglio appena concluso è stato, a Trento, il più piovoso di sempre. Non in termini di quantità d'acqua totale, che risulta comunque di molto superiore alla media (124,2 mm a fronte di una media di 87), ma di giornate piovose. Con diciassette giorni di pioggia il luglio 2019 conquista dunque il record, battendo quello del 1972 con 14 giorni di pioggia. 

Guardando al Trentino in generale il record spetta a Predazzo, con 19 giorni di pioggia in un mese. Analogamente a quanto accaduto per Trento Laste, anche nelle altre stazioni analizzate il mese di luglio 2019 è risultato più piovoso e più caldo della media, fatta eccezione per Malé dove le temperature medie mensili risultano leggermente inferiori alla media.

Dopo l’onda di calore di fine giugno, un’altra onda di calore ha interessato il Trentino tra il 23 e il 27 luglio. A Trento, secondo quanto rilevato dalla stazione meteorologica delle Laste sulla collina est, la temperatura media mensile di luglio 2019 è stata di 24,4 °C (un decimo di grado inferiore a quella del mese precedente) ed è risultata superiore alla media di 1,4 °C. La temperatura massima del mese, pari a 36,2 °C, è stata toccata il giorno 24 e, pur risultando superiore alla media di 2,2 °C, risulta molto inferiore al record di 40,4 °C del 6 luglio 1952. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da segnalare anche il secondo posto per numero di fulmini caduti, risultato essere il più alto dal luglio 2001, che detiene il record per quanto riguarda tale parametro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Coronavirus: due fratelli morti a distanza di tre giorni

  • Radersi la barba diminuisce la possibilità di contagio: tutte le bufale sul coronavirus

  • Coronavirus, nuovi casi dimezzati: oggi 45. Morto anche un 28enne che era stato dimesso

Torna su
TrentoToday è in caricamento