In montagna senza smartphone: il rifugio è gratis

Cinque giorni senza telefonino, per vivere fino in fondo la montagna, in armonia con noi stessi ed avere qualcosa da raccontare al ritorno

Vacanze gratis? Sì, a patto che siano vacanze "disconnesse". L'idea è venuta ai rifugisti delle Dolomiti del Civetta, del Pelmo e della Marmolada, zona devastata dalla tempesta Vaia dell'ottobre 2018. Un pacchetto vacanze che comprende vitto e alloggio dal 13 al 17 settembre. Unica condizione: lasciare a casa lo smartphone.

Un modo per vivere la montagna integralmente, senza l'ossessione di dover postare foto ed aggiornamenti sulle proprie ferie. Ma portando sicuramente a casa qualcosa da raccontare, una volta tornati. L'idea è stata rilanciata dal blog Montagna.tv (clicca qui) e sta riscuotendo un certo successo: per candidarsi occorre compilare il questionario disponibile su sito recharge.heartofthedolomites.org dando prova della propria motivazione, entro il 9 agosto.

La vacanza "offline" non sarà solo contemplativa: gli organizzatori hanno previsto momenti di aggregazione in cui parlare gli uni con gli altri dal vivo, con voce reale, per sviluppare nuove amicizie e condividere insieme del tempo svolgendo piccoli lavori nei boschi e lungo i sentieri. Un buon modo per staccare la spina che ci collega con il mondo virtuale, e connettersi con la montagna e con noi stessi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croce Bianca di Trento piange Silvio Maestrelli: la triste scomparsa del ragazzo

  • Campitello di Fassa, ha un infarto al mercatino di Natale: in prognosi riservata

  • Treni, dopo il diretto per Milano arriva anche il Bolzano-Vienna

  • La leggenda di Santa Lucia, "collega" di Babbo Natale

  • Krampus "violenti" a Vipiteno? E' una tradizione, ma la fake news fa il giro del web

  • Incidente mortale sulla A22: furgone contro un camion

Torna su
TrentoToday è in caricamento