TransLagorai: il nuovo assessore Tonina dà l'ok al progetto ma convoca un tavolo di lavoro

Il Tavolo avrà il compito di "escludere un utilizzo improprio del territorio". Associazioni ambientalistiche e comitati sono però esclusi

Via libera al progetto  di riqualificazione del cammino TransLagorai, ma con "beneficio d'inventario". Se da una parte tutti i rappresentanti degli enti convocati dall'assessore Tonina hanno confermato parere favorevole al contestato progetto, dall'altra è stato lo stesso assessore a chiarire la volontà di creare un Tavolo di lavoro permanente.

Parteciperanno al tavolo la Sat, il sindaco di Scurelle Fulvio Ropelato, lo Scario della Magnifica Comunità di Fiemme Giacomo Bonisegna e il presidente del Parco naturale Paneveggio - Pale di San Martino. Non ci saranno eprò rappresentanti delle associazioni ambientaliste, nè del comitato spontaneo "Giù le mani dal Lagorai" che da mesi porta avanti la protesta  contro la conversione in rifugio di due malghe di mezzza quota, avanzando il sospetto che dietro il progetto di riqualificazione ci sia una volontàà di rendere più accessibile, e quindi più turistico, il solitario e selvaggio gruppo montuoso. 

Il compito del Tavolo, si legge in una nota, sarà comunque quello di "tenere conto e analizzare le osservazioni sollevate e di individuare tutele ulteriori per alcune aree delicate, come la Val Lagorai, cuore del progetto, al fine di escludere un utilizzo improprio del territorio, trovare le soluzioni che siano il più conformi all'idea di sobrietà e di tutela dell'ambiente che devono caratterizzare il progetto, cercando di fare sintesi fra le sensibilità di tutti". Questo, almeno, l'intento del nuovo assessore. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Va ricordato che l'Accordo di programma è stato sottoscritto la scorsa estate, quindi durante la legislatura Rossi, tra la Provincia autonoma di Trento, la Magnifica Comunità di Fiemme, i comuni di Scurelle, Canal San Bovo, Ziano di Fiemme, Telve e il Parco naturale Paneveggio-Pale di San Martino. L'investimento complessivo è di 3 milioni di euro distribuiti su 3 anni, con un finanziamento provinciale di 2.381.440 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Mamma muore a 40 anni dopo un malore: cordoglio a Mezzocorona

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

Torna su
TrentoToday è in caricamento