Tartarughe americane: obbligo di denuncia, chi non le vuole più potrà consegnarle al Comune

Entra in vigore una legge del 2017 che impone a chi ha in casa esemplari di questa specie, di comunicarlo all'ente pubblico

Tutti i Comuni trentini stanno provvedendo in questi giorni ad informare la popolazione di un obbligo inerente le tartarughe palustri americane, comunente diffuse anche in ambito domestico.

Esiste infatti l'obbligo, entro il 31 agosto, di denunciarne il possesso oppure di consegnarle al Servizio sviluppo sostenibile e aree protette della Provincia autonoma di Trento. La pratica, chiaramente, non cmporta nessuna spesa.

Introdotte in Italia negli anni '80 come animali domestici, le tartarughe palustri americane, si sono rivelate una grave minaccia per la biodiversità qualora siano rilasciate in natura. Non si tratta solamente di abbandoni da parte di privati: fino a qualche anno fa questa specie era utilizzata anche all'interno di fontane e laghetti pubblici. Il problema consiste nel fatto che, dovendo procurarsi autonomamente il cibo diventa vorace predatore di anfibi, pesci, insetti e uova, incidendo pesantemente sulla vita delle specie locali.

Per salvaguardare la preziosa biodiversità dei laghi e dei corsi d’acqua è quindi assolutamente necessario assicurarsi che questi animali rimangano in ambito domestico e non vengano mai in contatto con gli ambienti naturali. L’abbandono di queste specie in natura, in laghetti o fontane costituisce un reato punito dal decreto 230/2017 e dall’articolo 727 del codice penale.

Per questo motivo il Il D.L. 230/2017 impone l’obbligo di denuncia degli esemplari in possesso e il divieto di riproduzione e commercializzazione. Chi ha in casa esemplari di questa specie, puoi scegliere se continuare a tenerli, dopo averne denunciato il possesso, o se consegnarli al Servizio sviluppo sostenibile e aree protette della Provincia autonoma di Trento, che provvederà a sua volta alla consegna a idonea struttura. Le consegne si possono effettuare ogni lunedì dalle 9 alle 14 a Trento in via Guardini n. 75, ottavo piano (previo appuntamento: 0461 497885).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2020: in Trentino due tappe fondamentali, ed un passo inedito

  • Vino DOC falso da Pavia a Lavis: blitz della Guardia di Finanza

  • Gardaland: apre il parco acquatico Lego, ecco come sarà

  • Vino DOC contraffatto: perquisizioni in Trentino, blitz all'alba e sette arresti

  • Padre e figlio bracconieri denunciati in Val di Sole: stavano decapitando un cervo

  • Tragedia a Villazzano: anziana muore intrappolata nell'incendio

Torna su
TrentoToday è in caricamento