Danni dopo il raduno di jeep, Zanotelli: "Ci saranno sanzioni, ma ancora da quantificare"

Dopo aver approvato l'evento nonostante i tanti dubbi la Giunta promette sanzioni nei confronti degli organizzatori

Danni a pascoli e boschi dopo il raduno di jeep ai piedi delle Dolomiti: le sanzioni ci saranno ma, spiega l'assessore Giulia Zanotelli, "sono ancora in via di quantificazione". E' quanto si legge in una risposta all'interrogazione del consigliere dle M5S Filippo Degasperi sulle conseguenzed el grande evento motoristico nei boschi del Primiero.

Il Comune di Imer ha già presentato alla Provincia un documento, approvato all'unanimità dai consiglieri comunali, nel quale si denunciano danni al terreno dei pascoli pubblici. L'assessore Zanotelli conferma che personale della Guardia forestale provinciale ha accertato i danni. 

Gli organizzatori dell'evento, ovvero la casa automobilistica Jeep del gruppo FCA, ha comunque depositato prima della manifestazione una cauzione di 5.000 euro. Si lascia dunque intendere che i danni sarebbero inferiori a tale cifra. Inoltre, si legge nella risposta dell'assessore, gli stessi organizzatori avrebbero avuto 30 giorni di tempo per sistemare eventuali danni. Periodo scaduto essendo passato più di un mese.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto precipita nella scarpata: morta ragazza di 18 anni

  • Alla guida completamente ubriaca provoca incidente davanti ai carabinieri

  • Scivola e precipita in un dirupo: donna muore sotto gli occhi del marito

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • Lotta ai tumori: premiato il lavoro di una giovane chimica trentina

  • Boscaiolo morto a Tione: è Paolo Valenti, papà di tre figli ed ex calciatore

Torna su
TrentoToday è in caricamento