Smaltimento di rifiuti pericolosi non autorizzato, multa da 9000 euro

Si è chiusa con il pagamento della sanzione la vicenda di una ditta di Tione doove venivano trattati rifiuti pericolosi

foto: Polizia Locale Valle del Chiese

Si è chiusa con il pagamento di una sanzione amministrativa di 9.750 euro la vicenda che vedeva coinvoltauna ditta di Tione, il cui legale rappresentante era stato denunciato per trattamento illecito di rifiuti.

Secondo quanto accertato nelle indagini la ditta ha "esercitato attività di recupero di rifiuti non pericolosi in difformità dalla autorizzazione per quantità e modalità dei rifiuti trattati sia in assenza della prevista autorizzazione per tipologie di rifiuti diversi da quelli consentiti".

La vicenda aveva avuto origine nel giugno dell’anno scorso quando, durante una normale controllo del territorio, era stata verificata la presenza in un capannone della zona artigianale, risultato poi privo di agibilità, di alcune persone intente nel trattamento di rifiuti.

I controlli avevano immediatamente consentito di appurare la presenza di tipologie di rifiuti non ricompresi nelle autorizzazioni come anche violazioni sulla normative del lavoro per i quali sono stati informati i competenti uffici provinciali. Con il pagamento della sanzione è stata inoltrata anche la richiesta dii archiviazione del caso. 

Potrebbe interessarti

  • Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

  • Parabrezza in frantumi: colpa di una pigna

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

  • Guardia medica assente, Apss: "Si è dimesso, procederemo anche per danno d'immagine"

I più letti della settimana

  • Drammatico incidente a Levico: quattro feriti soccorsi dall'elicottero

  • Escherichia coli nell'acquedotto: in 90 con sintomi gastrointestinali. Il sindaco: "Bollite l'acqua"

  • Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

Torna su
TrentoToday è in caricamento