Orso: proiettili di gomma contro i "cuccioloni"

In tre zone la forestale ha usato cani e proiettili di gomma per dissuadere tre esemplari, di un anno d'età, troppo vicini alle case

Si continua a parlare di orsi in TRentino dove, naturalmente, non c'è solamente l'esemplare M49, in fuga dopo la cattura, ad occupare le cronache locali. Nelle zone limitrofe ai paesi di Arco, Molveno e Stenico sono stati segnalati altri esemplari particolarmente "confidenti". Lo riferisce in una nota la Provincia autonoma di Trento.

Si tratta di orsi di un anno di età, nati dunque nel 2018. In gergo si chiamano "cuccioloni" ma il tenero appellativo non deve trarre in inganno: si tratta di animali di dimensioni di poco inferiori a quelle degli adulti ed in alcuni casi è stato necessario l'impiegodi una squadra della Forestale formata per dissuadere gli orsi ad avvicinarsi alle abitazioni.

Contro i "cuccioloni", prosegue la nota, sono stati sparati proiettili di gomma. "Tale attività - si legge nel comunicato - è fondamentale per cercare di scongiurare che i cuccioloni si abituino alla presenza umana e diventino in futuro soggetti problematici. E’ pertanto importante avvisare tempestivamente la reperibilità forestale (335.7705966) in caso di avvistamento, ed evitare di rimanere nelle loro vicinanze per non contribuire alla possibile abitazione all’uomo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Vastissimo incendio, la montagna brucia da due giorni e le fiamme lambiscono le case

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

  • Incidente in A22, si schianta contro un tir in sosta: morto 53enne

Torna su
TrentoToday è in caricamento