Orsa con 4 cuccioli in Veneto: un'altra bufala

Dopo la celebre bufala di Zaia la famigliola di orsi trentini è stata nuovamente "rubata" sul web. Questa volta la smentita trentina è stata immediata

L'orsa con quattro cuccioli ancora protagonista di una bufala: questa volta il  video è sttato postato dal Gazzettino ed attribuito ad una località dell'Altopiano di Asiago. Istantanea e secca la smentita  del Servizio Foreste e Fauna della Provincia autonoma di Trento: "la famigliola di orsi è nostra", così si potrebbe parafrasare la smentita pubblicata sul sito ufficiale.

"A fronte delle ripetute pubblicazioni di notizie non vere sulla sua localizzazione, ultima tra cui, un recente articolo (con video) pubblicato sulla pagina online del Gazzettino, si precisa che l’orsa con 4 cuccioli in questione, in realtà, non si trova in Veneto, ma in Trentino e attualmente frequenta le zone della Valle dei Laghi nel Brenta meridionale. Si raccomanda, relativamente alla popolazione di orsi delle Alpi centro-orientali, di avvalersi sempre delle fonti di informazioni ufficiali: www.grandicarnivori.provincia.tn.it"

In passato ci siamo già occupati di questa bufala: in quell'occasione fu nientemeno che il presidente veneto Luca Zaia a postare un video, in realtà girato nel Brenta Meridionale, "appropriandosi" della famigliola di plantigradi che, secondo il governatore, si aggirava "in una  località volutamente tenuta segreta" in Veneto.

Zaia: "orsa con cuccioli in Veneto", ma è una bufala

L'orsa di Zaia, o meglio la bufala, fu ripresa dai maggiori quotidiani nazionali compresa Repubblica. Questa volta la smentita del Trentino è arrivata immediatamente. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

Torna su
TrentoToday è in caricamento