Garda: completato il primo tratto della ciclabile da sogno

Da Limone fino al confine trentino, due chilometri in gran parte costituiti da passerelle di legno a sbalzo sul lago. In autunno al via i lavori anche in Trentino

foto: bresciatoday.it

Ciclabile del Garda: il sogno stta per diventare realtà. Un primo tratto della meravogliosa ciclabile ad anello lungo il lago aprirà ufficialmente sabato 15 luglio. Il primo tratto, di 2 chilometri, da Limone fino al confine trentino è pronto per il taglio del nastro,  dopo circa un mese di lavori.

Un piccolo grande investimento: oltre 7 milioni e mezzo di euro per circa due chilometri, realizzati in parte a sbalzo sul muro e altri a sbalzo sulla roccia, comunque a strapiombo, affacciati direttamente sul lago. Le fotografie del tracciato stanno già circcolando in rete, e fanno sognare. Ecco la gallery con le foto pubblicate sulla pagina facebook di GeoRock Srl, la ditta trentina che  ha realizzato l'opera.

Come anticipa il sito Bresciatoday.it la prossima tappa sarà il tratto trentino: a completare l'opera mancano circa 5 chilometri, probabilmente da realizzarsi in più stralci. I lavori dovrebbero già partire in autunno, insomma prima della fine dell'anno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'intera opera, che prevede naturalmente di sfruttare anche i tratti di pista ciclabile già esistenti, come quella, panoramica, tra Riva e Torbole, è finanziata al 70% dallo Stato secondo un accordo firmato dalle tre regioni con l'allora ministro Graziano Delrio. Ci vorranno però anni per chiudere il cerchio, 100 milioni di euro per 140 chilometri mozzafiato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • "Io resto a casa": ecco la classifica delle regioni grazie allo studio delle "storie" su Instagram

Torna su
TrentoToday è in caricamento