A scuola si va con il "Piedibus"

L'unione a la forza, si direbbe: tanti piccoli pedoni insieme formano un "Piedibus", che passa sotto casa e va a scuola

Un "autobus" senza ruote nè motore, formato da tanti bambini, che vanno a scuola a piedi. Un "piedibus": è questo il nome ufficiale del servizio organizzato dal Comune per promuovere anche quest'anno l'iniziativa che permette agli alunni delle scuole elementari della città e  delle frazioni di andare a scuola in tutta sicurezza senza inquinare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tragitto casa-scuola è spesso breve e prendere l'auto non ha senso: il problema è che molti genitori giustamente  non se la sentono di mandare il proprio figlio a scuola a piedi, per i tanti pericoli che la strada comporta, anche per brevi tratti. "Piedibus" è il modo per andare a piedi tutti insieme, seguiti da accompagnatori che guidano l'andatura e fermano il traffico sugli attraversamenti pedonali. Basta sincronizzare solo presentarsi puntuali alla "fermata", proprio come per gli autobus. Anche quest'anno il servizio è ripartito a Meano (53 alunni, quasi un terzo  degli iscritti), alla Vela (46 alunni e 21 genitori accompagnatori) ed a breve ripartirà anche a Cognola. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'orso e il ragazzo, la Provincia: "Il video è vero, comportamento esemplare"

  • Frecce Tricolori sopra Trento: quando vederle

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Bar troppo affollato: multa da 1.200 euro ai gestori

  • Terribile schianto sulla tangenziale di Lavis: due feriti gravi

Torna su
TrentoToday è in caricamento