Lago di Braies: con lo stop alle auto le visite sono aumentate del 32%

Quasi 150.000 turisti trasportati al lago con il servizio di bus ogni mezz'ora, bilancio molto positivo per l'esperienza altoatesina green

Stop alle auto, non ai turisti. Sono state quasi 150.000 le persone che nel corso dell'estate hanno visitato il lago di Braies, gemma dell'Alto Adige, grazie al servizio di bus messo a disposizione dalla Provincia di Bolzano dopo la chiusura della strada che porta al lago alle auto private.

Una misura che non ha limitato le visite, che sono anzi aumentate del 32% rispetto all'anno scorso. Per l'esattezza sono stati 106.506 i turisti trasportati da Dobbiaco al lago, e 43.663 quelli trasportati da Monguelfo. 

L'assessore: "Proporremo al Governo modifiche al Codice della Strada"

Il divieto è entrato in vigore lo scorso 10 luglio e terminerà oggi, 10 settembre. Il trasporto pubblico è stato organizato in modo da prevedere una corsa ogni mezz'ora dalle 10 alle 15. “È stato molto importante il lavoro di comunicazione della chiusura del traffico - ha affermato l'asssessore provinciale Daniel Alfreider - In futuro vogliamo giungere ad un migliore equilibrio tra una mobilità ottimale ed i flussi del traffico, anche con interventi già all’inizio della valle. Deve essere inoltre migliorato il sistema dei parcheggi ed a livello locale vi deve essere la possibilità di adottare con maggiore flessibilità dei blocchi del traffico. A questo scopo sarà anche necessario proporre al Governo modifiche riguardanti il Codice della strada”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto precipita nella scarpata: morta ragazza di 18 anni

  • Alla guida completamente ubriaca provoca incidente davanti ai carabinieri

  • Scivola e precipita in un dirupo: donna muore sotto gli occhi del marito

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • Lotta ai tumori: premiato il lavoro di una giovane chimica trentina

  • Boscaiolo morto a Tione: è Paolo Valenti, papà di tre figli ed ex calciatore

Torna su
TrentoToday è in caricamento