Lupi sulla Marzola, i forestali confermano

Incontro ravvicinato sulla montagna di Trento, mentre il fuggitivo orso M49 è ormai stabile sul Lagorai

Gli orsi vanno in letargo, ma proprio per questo il mese di novembre è uno dei periodi più delicati per il già precario rapporto tra uomini e grandi carnivori in Trentino. E' quanto si legge nel rapporto sul mese di novembre 2019 del Servizio Foreste e Fauna della Provincia autonoma di Trento, al quale è allegato il video dei cacciatori di Sporminore che hanno immortalato un esemplare intento a prepararsi la tana per il letargo. "Tale periodo è per gli orsi piuttosto delicato ed eventuali disturbi nei pressi della tana, possono stravolgere l'equilibrio che regola il rallentamento di tutte le loro funzioni fisiologiche" spiega una nota.

Ad Arco usati i cani anti-orso

"La situazione di criticità verificatasi a San Giovanni al Monte, frazione di Arco, connessa alla frequentazione di cassonetti dell'immondizia da parte di un giovane orso, è stata risolta attraverso l'intervento della squadra di emergenza dotata di cani anti orso e applicando accorgimenti utili ad impedire all'orso di accedere ai rifiuti" si legge nel rapporto.

Alla fine del mese, nella zona di Pietramurata, è stato registrato un investimento stradale su di un orso. Nessuna conseguenza per la persona alla guida dell’auto. La ricerca immediata, attivata attraverso l'impiego del nucleo cinofilo provinciale, ha consentito di verificare che il plantigrado si è allontanato. Sono stati recuperati dei peli sulla parte anteriore del mezzo che consentiranno forse di identificare l’animale ed avere maggiori informazioni in futuro sulla sorte dello stesso.

M49 : orme sulla neve

Per quanto riguarda M49, le ultime segnalazioni risalgono al 10 di novembre, ancora su versanti sud del Lagorai dove sono state ritrovate orme su neve. Un'altra notizia riguarda il lupo: il Servizio Foreste e Fauna conferma la veridicità di un incontro ravvicinato con due esemplari sui versanti meridionali della Marzola, ovvero sopra Valsorda, la zona dove (ironia della sorte) scappò l'orso M49 la scorsa estate. Si tratta probabilmente della segnalazione della presenza (sebbene si tratti, con tutta probabilità, solo di un passaggio) del lupo più vicina alla città di Trento mai registrata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2020: in Trentino due tappe fondamentali, ed un passo inedito

  • Vino DOC falso da Pavia a Lavis: blitz della Guardia di Finanza

  • Gardaland: apre il parco acquatico Lego, ecco come sarà

  • Vino DOC contraffatto: perquisizioni in Trentino, blitz all'alba e sette arresti

  • Padre e figlio bracconieri denunciati in Val di Sole: stavano decapitando un cervo

  • Tragedia a Villazzano: anziana muore intrappolata nell'incendio

Torna su
TrentoToday è in caricamento