Adamello: una "carota" di ghiaccio di 45 metri per studiare i cambiamenti climatici

Estratta dal ghiacciaio dell'Adamello una colonna campione lunga 45 metri: servirà a comprendere l'evoluzione del clima in base alle tracce di pollini ed emissioni antropiche

Una colonna di ghiaccio lunga 45 metri, una "carota", com'è chiamata in gergo, estratta dal ghiacciaio dell'Adamello che  potrà fornire informazioni importanti sull'andamento del clima  nel X secolo. Grazie alle tracce custodite dal ghiaccio si potrà analizzare la componente biologica-vegetale dei vari strati e la composizione chimica dell'atmosfera, comprese le emissioni antropiche che hanno lasciato il segno nel grande libro del ghiacciaio.

Ad eseguire il carotaggio a Pian di Neve, a 3.100 metri di quota, sono stati Antonella Cristofori e Cristiano Vernesi della Fondazione Edmund Mach, Elena Bertoni del MUSE, Daniela Festi dell’Università di Innsbruck, assieme ai tecnici addetti alla perforazione Marco Filippazzi e Stefano Banfi dell’Università di Milano Bicocca, Fabrizio Frascati e Saverio Panichi di ENEA Brasimone, coordinati da Valter Maggi dell'Università di Milano Bicocca. Il progetto è finanziato dall'Assessorato provinciale alle infrastrutture e all'ambiente attraverso il “Fondo per lo sviluppo sostenibile e per la lotta ai cambiamenti climatici” e vede l'appoggio del Servizio geologico della Provincia autonoma di Trento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le analisi saranno svolte dalla Fondazione Edmund Mach e dalle Università di Innsbruck e Milano, mentre il Muse elaborerà i dati glaciologici. La ricostruzione dello "sppostamento" delle stagioni e della loro evoluzione sarà possibile attraverso l'analisi dei pollini presenti negli strati di ghiaccio, parallelamente alla mappatura delle sostanze che si sono depositate in seguito all'aumento delle emissioni nei decenni recenti: solfati, cloruri,  nitrati, polveri carboniose e perfino sostanze organiche provenienti dalla vicina Pianura Padana. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: casi in diminuzione da 3 giorni. "Se i numeri saranno confermati siamo in discesa"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • "Io resto a casa": ecco la classifica delle regioni grazie allo studio delle "storie" su Instagram

Torna su
TrentoToday è in caricamento