Riuso: gli striscioni del Festival dell'Economia diventano borse

Economia e riuso, binomio alla moda. Una delle idee più innovative del settore è quella di ricavare borse dai tessuti plastici degli striscioni pubblicitari. Sulle borse Re-do finiranno tutti gli ospiti del Festival dell'Economia, e non solo

L'idea di costruire borse con gli striscioni pubblicitari è stata una delle più pervasive all'interno dell'economia del riuso. Adesso anche il Festival dell'Economia si dà al riuso, anzi al Re-do, dal nome del marchio lanciato dalla cooperativa trentina Alpi che alla quale verranno forniti tutti gli striscioni in materiale plastico del festival, che diventeranno borse. La Presidenza del Consiglio provinciale ha accolto la propota della cooperativa, che ha già realizzato i prototipi che potete vedere in foto.

Oltre a far bene all'ambiente le borse Re-do fanno bene anche alla società: saranno realizzate da persone che seguono percorsi di reinserimento lavorativo. Si potranno acquistare nei sei punti vendita della cooperativa presenti in Trentino ed in Alto Adige, tra cui il bookshop del Castello del Buonconsiglio. borsa1-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • Lotta ai tumori: premiato il lavoro di una giovane chimica trentina

  • Camion perde il carico sulla "Maza": traffico in tilt tra la Busa ed il Garda

  • Poliziotto trascinato da una moto in fuga sulla statale per 500 metri: in prognosi riservata

Torna su
TrentoToday è in caricamento