Rubano 1,5 quintali di trote dall'allevamento dell'Associazione Pescatori

Due furti distinti, entrambi denunciati dal direttivo dell'associazione. Le trote vengono allevate per il ripopolamento delle acque in modo da bilanciare l'effetto della pesca

Furti di trote all'associazione pescatori di ragoli. L'ultimo caso, denunciati dall'associazione ai carabinieri di Tione Tione, risale ad inizio aprile. La notizia è stata resa nota solamente pochi giorni fa dopo la riunione del direttivo, che si è detto preoccupato per i ripetuti episodi. Come racconta un articolo  pubblicato sul quotidiano online valledeilaghi.it (clicca qui), i ladri avrebbero agito di notte risalendo il fiume Sarca e portandosi via circa 1,5 quintali di trote lacustri adulte, allevate dall'associazione. Si tratta di pesci allevati con il consenso ed il contributo della Provincia per il ripopolamento delle acque locali. Il danno riguarda anche le trote che, tentando di fuggire alla cattura, sono morte per aver sbattuto contro le pareti di cemento delle vasche. Il danno economico dei due episodi ammonta a 4.000 euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2020: in Trentino due tappe fondamentali, ed un passo inedito

  • Carabinieri di Trento, sequestrate 50mila confezioni di cosmetici all'arnica per mezzo milione di euro

  • Vino DOC falso da Pavia a Lavis: blitz della Guardia di Finanza

  • Gardaland: apre il parco acquatico Lego, ecco come sarà

  • Aeroporto di Bolzano: in arrivo voli per Roma, Vienna e altre destinazioni

  • Paura a Dro, si sente male alla guida davanti a un minimarket: 54enne portato via in elicottero

Torna su
TrentoToday è in caricamento