Cervo con una rete tra le corna salvato dalla forestale e dai cacciatori

In azione Guardia Forestale, Associazione Cacciatori e veterinari dell'Apss. Il grosso maschio adulto si aggirava da giorni sulla riva dell'Avisio

Il cervo salvato in Val di Cembra

E' stato salvato dalla Forestale e dall'Associazione Cacciatori il cervo che da giorni vagava in Val di Cembra con una rete di nylon aggrovigliata ai maestosi palchi. L'animale, segnalato dai cacciatori, è stato individuato dagli uomini della Stazione Forestale di Cembra-Lisignago nei boschi, quasi inaccessibili, della riva del torrente Avisio. 

Una volta arrivato in un luogo più aperto il cervo, un grosso maschio adulto, è stato sedato utilizzando un lancia-siringhe. Una volta addormentato l'animale i forestali ed i veterinari dell'Apss hanno tolto la rete, la cui provenienza è ancora ignota. 

"All'animale - spiega una nota della Provincia - sono state applicate due marche auricolari distintive per poterne monitorare successivamente gli spostamenti e le abitudini anche a fini scientifici; ne sono stati rilevati i parametri biometrici ed alla fine è stato risvegliato e seguito nelle prime fasi di spostamento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casting per un film in Trentino: cercansi comparse dall'aspetto nordico

  • Si schianta con gli sci a Madonna di Campiglio: non ce l'ha fatta Cristina Cesari

  • Campiglio, drammatico incidente sugli sci: gravissima una ragazza di 25 anni

  • A Bolzano tornano i voli di linea: Roma, Sicilia, Vienna

  • Fermato perché ha i pedali rotti, in auto nasconde 400mila euro di coca: arrestato

  • Malessere collettivo a Folgarida: il virus potrebbe essere stato portato dagli studenti

Torna su
TrentoToday è in caricamento